Cesenatico e il caso dei bidoni: “C’era carta anche in quello giallo”

Ha destato scalpore la raccolta poco differenziata dei rifiuti, rimbalzata sul web e sul Corriere Romagna. In sostanza c’è una foto che sembra ritrarre una raccolta impropria di rifiuti, in quanto carta e plastica sembrano essere messe assieme sullo stesso camion. Una operazione che sarebbe vietata e che ha fatto esplodere le lamente degli utenti chiamati, a volte anche obtorto collo, a effettuare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti.

Ccils e l’Ati

Valeria Casadei, referente della programmazione della cooperativa sociale Ccils, che ha in gestione il servizio operativo a Cesenatico, in una Associazione temporanea di imprese insieme a Hera e a Formula Ambiente. Ccils si occupa dell’inserimento di persone “svantaggiate” e i suoi operatori ecologici tutti giorni sono impegnati per tenere pulita la città.

La segnalazione

Casadei dice che in realtà è stato svolto tutto correttamente, anche se l’ingenuità di un operatore avrebbe fatto sembrare una situazione differente. «Alla fine della settimana scorsa in quel condominio a Ponente nella prima mattinata era già previsto l’ordinario giro di ritiro della plastica, effettuato regolarmente. L’operatore della plastica, vedendo la gran quantità di carta presente nel contenitore e a terra, scrupolosamente ci ha segnalato l’urgenza del ritiro di quella frazione. Poiché nei paraggi quel giorno era attivo l’operatore che effettua la raccolta della carta nelle aziende, è stato dirottato anche a raccogliere la carta in quella utenza».

Smaltita solo carta

Quindi nel contenitore della plastica ci sarebbe stata carta, anche se nel cassone del camion si nota già qualche sportina, che poi verrebbe separata in un secondo momento. «Nella foto questo non sembra palese, perché purtroppo succede che alcuni utenti inseriscano la carta in buste di plastica e chi la raccoglie non può separarle».

Modalità impropria

Il problema però è un altro: «Ma il problema specifico non è quello, bensì la modalità impropria che ha utilizzato l’operatore per effettuare il servizio richiesto. L’operatore si è trovato con il contenitore condominiale da 240 litri pieno e con una gran quantità di carta a terra. In quel momento ha ritenuto opportuno, per effettuare più velocemente l’attività, riempire il contenitore della plastica (che era vuoto) con la carta raccolta a terra, agganciando poi contemporaneamente i due contenitori al mezzo per lo svuotamento. Purtroppo chi si trovava a passare vicino a lui poteva avere l’impressione che carta (bidone azzurro) e plastica (bidone giallo) fossero mischiati impropriamente sullo stesso mezzo. Cosa che non è avvenuta».

Operatore redarguito

Insomma, con il cerino in mano sarebbe stato l’operatore, redarguito dalla cooperativa sociale. «Gli è nuovamente stato fatto presente quale sia il comportamento corretto, anche a tutela della reputazione sua e di tutti i colleghi. Noi investiamo molto tempo nella formazione dei nostri operatori. Quell’operazione non è da fare e, pertanto, lo abbiamo richiamato a una maggiore attenzione».

Giudizi impietosi

Le polemiche sulla raccolta differenziata hanno accompagnato tutta l’estate. Dalla Ccils hanno qualcosa da dire al riguardo: «Ho letto sui social alcuni giudizi immeritati su coloro i quali ogni giorno si impegnano nella pulizia della città. Penso che il nostro e il loro impegno meriterebbe più attenzione per quanto fatto in quest’estate, in cui vi è stato il passaggio alla raccolta differenziata porta a porta, per permettere a Cesenatico di raggiungere gli obiettivi europei».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui