Cesenatico, domenica torna il campionato dei metal detector

Anche quest’anno sono bastati pochi giorni per raggiungere il “sold out”. Segno che, dopo due edizioni saltate a causa del Covid, il grande popolo dei detectoristi aveva tanta voglia di tornare a “spazzolare”. E così, riannodando una tradizione che solo la pandemia aveva spezzato, il 24 aprile (dalle ore 9), sulla spiaggia libera antistante piazza Costa, torna il “Garrett contest” di Cesenatico, la più importante gara europea di ricerca con metal detector. 

Al via 250 partecipanti ma se la quota non fosse stata a “numero chiuso”, a giudicare dal numero di iscrizioni pervenute, a Cesenatico ci sarebbero stati quasi il doppio dei partecipanti.  

Alla consolle della manifestazione la Securitaly, azienda leader in Italia nella commercializzazione di metal-detector che – con il patrocinio del Comune di Cesenatico e della Cooperativa Bagnini della Riviera – si appresta ad allestire una sesta edizione ricca di sorprese. 

La maggior parte dei concorrenti proviene dal nord Italia, dove la cultura della ricerca annovera le aree più ricche di reperti (soprattutto di archeologia bellica) e quindi anche il maggior numero di appassionati. 

Ma anche la Romagna è da sempre terra di cercatori. Al termine della stagione estiva, infatti, l’arenile è spesso battuto da bizzarri personaggi che, “armati” di cuffie e metal-detector, scandagliano il bagnasciuga alla ricerca di qualche gioiello smarrito. Ma i “bottini” sono sempre più modesti perché, da qualche anno, chi perde un anello di valore sulla spiaggia contatta proprio il servizio noleggio di Securitaly che mette a disposizione un modello sofisticatissimo di metal-detector per ritrovare ogni tipo di monile. Come qualche anno fa, quando una facoltosa signora di Riccione chiese un intervento dopo aver smarrito sulla battigia della Perla un anello di brillanti del valore di 12mila euro. Dopo ore ed ore di ricerche vane da parte di una task-force di bagnini, l’addetto di Securitaly trovò il prezioso anello in pochi minuti. 

Tante le novità di questa sesta edizione: nella quota di iscrizione di 25 euro, infatti, sarà compreso anche un giro gratuito sulla grande ruota panoramica allestita – quest’anno con largo anticipo – in piazza Costa. Un’occasione, per amici e familiari, per godersi dall’alto le fasi più spettacolari del contest. Inoltre, una parte della quota sarà destinata al sostegno dei profughi ucraini. 

La gara cesenaticense si svolgerà come detto sulla spiaggia libera davanti al grattacielo, in un “campo gara” di circa 3500 mq. Scopo della contesa è quello di trovare i gettoni precedentemente sotterrati sotto la sabbia (al massimo a 10-15 centimetri di profondità). I gettoni sono realizzati in differenti tipologie di metallo e verranno mostrati solo il giorno della gara.

La gara sarà suddivisa in 4 turni di qualificazione (che si svolgeranno alla mattina della domenica), due semifinali e una gara finale in programma nel pomeriggio dalle ore 15.30.

Nell’ultima edizione, quella del 2019, aveva trionfato sotto la pioggia l’italo-albanese di Alba Adriatica Klevis Pajo davanti a Simone Montaletti di Forlimpopoli e Gabriele Olei di Ravenna. L’anno prima, invece, si era imposto il giovane marchigiano Marco Pascucci (di Tolentino) davanti ad Andrea Fabio Gatta di Lodi e proprio a Klevis Pajo (in quell’occasione primo romagnolo della graduatoria era stato il cesenate di Bulgarnò Nerio Vincenzi). 

Alla gara possono partecipare tutti i cercatori a prescindere dal livello di esperienza o dal modello di metal detector posseduto. E per chi vuole cimentarsi per la prima volta in questa disciplina e non possiede la necessaria strumentazione, il metal detector verrà fornito direttamente dagli organizzatori.

Inoltre, ai margini del campo di gara, è presente una vasta area bambini dove anche i più piccoli potranno cimentarsi nella ricerca con metal detector, seguiti dallo staff di Detectorshop.

Con il “Garrett Contest” tornano anche le “detectorine”, le conturbanti bellezze che animeranno la sesta edizione della manifestazione. Per celebrare il ritorno della rassegna sono state selezionate cinque performer professioniste. Sul palco di piazza Costa si alterneranno le Violet’s Angels, ovvero le ballerine di diverse nazionalità selezionate da Melissa Bortot, in arte Miss Violet Queen, l’artista di Cesenatico che è anche il “volto” ufficiale di molte campagne promozionali di Securitaly. Con lei saranno presenti Ludmilla Markova, Andrada Greceanu, Sofia Correa e Debora Genchi.

Oltre ad esibirsi, le “detectorine” avranno – come da tradizione – anche il compito pestifero di “disturbare” i 250 concorrenti sul campo gara. Un diversivo per ricordare il vero spirito del Garrett Contest che, al di là della classifica finale, è prima di tutto un’occasione di aggregazione all’insegna del divertimento e del buon umore. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui