Era nell’aria da tempo, ma ora c’è l’ufficializzazione: la giunta comunale ha deliberato la decadenza dell’accordo di programma in variante alla pianificazione urbanistica per l’approvazione del programma di riqualificazione urbana denominato “Comparto delle Colonie di Ponente di Cesenatico – Ambito 1”. Il Comune aveva sottoscritto l’accordo il 13 dicembre 2018 con la Provincia di Forlì-Cesena e i soggetti privati coinvolti. Il documento era stato ratificato in Consiglio Comunale il 3 gennaio 2019 e tutti i passaggi con la presidenza della Provincia si erano conclusi, con approvazione definitiva, il 20 febbraio 2019.

L’accordo concedeva ai soggetti privati un anno di tempo per sottoscrivere una prima convenzione e presentare le relative garanzie fideiussorie. Entro nove mesi dalla firma dell’accordo dovevano poi essere eseguiti le necessarie opere di demolizione in modo da permettere, tra le alte cose, di liberare l’arenile per realizzare la duna della protezione costiera.

Il Collegio di Vigilanza (composto dal sindaco di Cesenatico, il presidente della Provincia e i tecnici comunali e provinciali), riunitosi tre volte dopo aver diffidato i privati al rispetto dei termini dell’accordo pubblico – privato, ha concesso le proroghe previste a causa dell’emergenza sanitaria concedendo di fatto ai privati il termine del 15 luglio come data ultima per iniziare le demolizioni. Trascorsi questi termini il Collegio non ha potuto che prendere atto del mancato rispetto dei termini dell’accordo proponendo la decadenza alla giunta. L’accordo sottoscritto prevedeva un limite massimo di 6 mesi di proroga per motivate condizioni, di fatto il collegio dal febbraio 2020 ha previsto proroghe pari al termine inizialmente previsto, ma scaduto il tempo ha dovuto prendere atto delle inadempienze.

Argomenti:

accordo

piano colonie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *