Cesenatico, corsa caotica al mare riduce la pineta a un parcheggio

Le automobili hanno preso possesso della pinetina di Ponente, parcheggiate in mezzo e sotto gli alberi, occupando il prato, fino a insediare i giochi dove solitamente giocano i bambini, con genitori e nonni rimasti di stucco. Sono state scene che definire di sosta selvaggia è un eufemismo quelle che si sono viste domenica a Cesenatico, sottoposta a un assalto di massa di chi aveva voglia di passare al mare la prima giornata di vero sole estivo. Le ripercussioni a livello di caos, ignorando le più elementari regole di circolazione e di sosta, si sono viste in modo particolarmente pesante nella pinetina a Ponente. Lì manca ancora la staccionata che ne delimita l’ingresso al parchino e alla pista ciclabile, che su un lato lo attraversa a impedire l’accesso alle auto. Così, nel fine settimana, gli automobilisti non hanno incontrato ostacoli per diventare padroni del campo.

La pineta compresa tra viale Caboto e via Vespucci, che si estende tra le scuole materne, elementari e medie, si è trasformata letteralmente in un disordinato e anche pericoloso parcheggio abusivo. Almeno una cinquantina le vetture che sono state lasciate stabilmente in sosta in quel punto, sia il sabato che la domenica. Tanti la hanno considerata un’ottima base per raggiungere il mare, distante poco più di un centinaio di metri. Presto sono fioccate le proteste delle mamme con bambini in cerca di relax in quell’area protetta, dei residenti della zona e di semplici passanti che vedendo il parco invaso dalle auto hanno avvisato a polizia locale, sollecitandone l’intervento. Il problema è che, nonostante le richieste anche recenti di provvedere, gli accessi alla pinetina e alla pista ciclabile sterrata che la affianca su un lato da via Caboto a via Vespucci sono rimasti sguarniti e quindi le auto possono avervi facilmente accesso. Tanti cittadini suggeriscono di mettere almeno una semplice catena, se non una staccionata in legno, così da delimitare l’area del parco e impedire l’ingresso e la sosta alle auto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui