Cesenatico, case vacanza: tornano a salire compravendite e prezzi

Dopo una battuta d’arresto che era scontata durante l’emergenza Covid, a Cesenatico il mercato immobiliare legato a seconde abitazioni e a case vacanze torna a dare segni di vitalità. Sono in lieve crescita sia il numero di compravendite sia i prezzi, che sono i più elevati della Riviera romagnola, fatta eccezione per i punti più pregiati di Milano Marittima e di Cervia. Emerge da un’analisi dell’Osservatorio di “Tecnocasa” sulle tendenze in corso nelle varie località costiere. A Cesenatico stanno incontrando il gradimento di vari clienti anche soluzioni da ristrutturare, grazie agli incentivi fiscali del 110%. Nella zona centrale e del porto canale prevalgono le richieste di casa vacanza in arrivo, quasi sempre, da persone residenti in Emilia-Romagna. La domanda si orienta verso immobili con due camere da letto dal valore compreso tra 250.000 e 300.000 euro, possibilmente dotati di “sfogo” esterno. La zona centrale è quella scelta da chi desidera acquistare una tipica casa dei pescatori, che costa mediamente 3.500 euro al metro quadrato, con punte di 4.000 per le tipologie posizionate fronte mare. Servono invece tra 4.500 e 5.000 euro al metro per acquistare nuove costruzioni. Quotazioni simili si possono registrare per le abitazioni posizionate sul lungomare Carducci. Passando da Cesenatico alla zona costiera del Rubicone, sono stabili i valori a San Mauro Mare, dove c’è una buona domanda di immobili in affitto per la prossima stagione estiva e si stipulano soprattutto contratti di locazione settimanale. Si cercano tipologie in buono stato, in particolare trilocali con spazi esterni ed infatti, molti proprietari stanno adeguando l’offerta immobiliare. La zona più ambita è quella compresa tra la ferrovia ed il mare: lì i prezzi raggiungono valori di 2.000 euro al metro quadrato per un’abitazione in buono stato. A Gatteo Mare e Valverde i valori immobiliari sono stabili. Dalla fine del primo lockdown c’è stato il boom di richieste di casa vacanza. Tanti degli acquirenti sono persone che da anni frequentano la località optando per l’affitto e che si sono decisi ad acquistare. C’è un incremento di chi acquista per mettere a reddito e tendenzialmente impiega cifre medie di 100.000-150.000 euro. È cresciuta la domanda di immobili dotati di spazi esterni, che però sono difficili da trovare in zona. Chi ci riesce è disposto anche a pagare qualcosa di più rispetto ai prezzi medi del fronte mare, che si aggirano tra 3.000 e 3.500 euro per metro quadrato. Non ci sono al momento interventi di nuova costruzione: le ultime realizzate hanno prezzi medi di 2.800-3.000 euro al metro, con punte di 3.500.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui