Cesenatico, sempre più persone vivono sole

Popolazione in lieve flessione a Cesenatico, e agli ormai consolidati fenomeni delle culle vuole e del crescente invecchiamento generale si aggiunge in modo sempre più evidente una sfida sociale enorme: l’impennata di anziani che vivono soli, per i quali serviranno sempre di più servizi ad hoc. Nella rilevazione fatta a fine 2021, i residenti sono rimasti sotto quota 26.000, con una percentuale di stranieri attorno all’8,5% stranieri. Rispetto al 2020, si contano 171 abitanti in meno, frutto anche di un aumento dei decessi. Oltre un quarto della popolazione ha più di 65 anni d’età, ma soprattutto colpisce il fatto che, su poco meno di 12.000 nuclei familiari, ormai quasi 5.000 sono formati da un unico componente. I dati demografici sono sempre di grande interesse per chi è chiamato a governare un territorio, perché fotografano i mutamenti del tessuto sociale, dei quali tenere conto nelle scelte politiche sociali e anche in quelle urbanistiche.

Gli abitanti

Al 31 gennaio 2021 risultano residenti a Cesenatico 25.973 persone: 12.591 maschi e 13.382 femmine. Di questi, 2.214 sono stranieri (935 maschi e 1.261 femmine). L’anno precedente gli abitanti erano 25.926, tra cui 2.211 di nazionalità non italiana. Provengono da altri Paesi dell’Unione europea 688 residenti (210 maschi e 478 femmine), con una prevalenza di rumeni. Gli extraeuropei sono 1.523 (727 maschi e 796 femmine): sono soprattutto albanesi, marocchini, bengalesi e ucraini .

Nati e morti

Nel corso del 2021 si sono avute 147 nascite (65 maschi e 82 femmine, tra cui 20 con genitori stranieri), contro le 133 del 2020. I morti sono stati più del doppio rispetto ai piccoli venuti alla luce: 318 (166 uomini 152 donne), contro i 260 dell’anno prima.

Fasce d’età

I residenti minorenni sono 3.795 (1.963 maschi e 1.832 femmine), mentre gli ultrasessantacinquenni sono 6.342 persone (2.882 uomini e 3.520 donne). Tanti anche gli over 75: ben 3.254 (1.352 uomini e 1.904 donne). Otto le persone che hanno varcato la soglia dei cent’anni: 2 uomini e 6 donne.

Stranieri

I maggiori gruppi non italiani sono, nell’ordine, gli albanesi (663), i rumeni (469), i marocchini (148), i bengalesi (121), gli ucraini (116), i cinesi (92), i bulgari (88), i tunisini (66), i polacchi (57). Gli stranieri under 18 sono 411 (di cui 228 maschi e 183 femmine), mentre quelli d’età superiore a 65 anni sono 167 (45 maschi e 122 femmine) e 39 sono over 75 (9 uomini e 30 donne). Presso l’ufficio Anagrafe del Comune si sono iscritte per l’estero 880 persone (426 maschi e 454 femmine) e se ne sono cancellate per trasferimento o altro 756 (369 maschi e 387 femmine).

Famiglie: tanti single

I nuclei familiari sono 11.888 (970 quelli stranieri), di cui 4.752 formati da un’unica persona. Sempre più persone finiscono dunque per vivere sole, per necessità, per scelta, perché rimangono vedove o anche per via di separazioni, divorzi e vicende migratorie.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui