Cesenatico, bus studenti nel caos per un evento: genitori infuriati

Le modifiche alla viabilità dovute alle iniziative collaterali alla Gran Fondo Nove Colli sono la goccia che ha fatto traboccare il vaso già colmo di problemi del trasporto pubblico negli orari scolastici a Cesenatico. «Per gli studenti dell’Istituto superiore “Leonardo da Vinci” di Cesenatico, non è una novità la criticità legata ai trasporti, ma quanto accaduto nella giornata di venerdì 24 è del tutto inaccettabile». Queste le parole dei rappresentanti dei genitori del Consiglio d’istituto, che già da una settimana stanno presidiando le fermate dei due plessi. Quella che denunciano è una situazione «ormai nota da tempo e segnalata in ogni sede», ma che ancora non ha trovato soluzione: «Ci troviamo ancora a dover constatare – scrivono i rappresentanti dei genitori – che ci sono linee che nelle due fasce orarie principali di entrata e uscita da scuola, viaggiano in condizioni inaccettabili, per non parlare di quando i ragazzi non vengono fatti salire sul pullman, perché superati i limiti consentiti di capienza. Un grandissimo disservizio per le famiglie che si trovano costrette a dover intervenire all’ultimo minuto». A peggiorare la situazione venerdì si sono aggiunte le modifiche alla viabilità legate alla Nove Colli, che in alcune zone della città ha comportato chiusure al transito: «Le conseguenze sono state disastrose per i trasporti – denunciano i genitori – Alcuni pullman non sono arrivati alle fermate, qualcuno senza alcun preavviso, ha fatto variazioni di percorso, accumulando così ritardo sull’arrivo dei ragazzi a scuola». Alla dirigenza scolastica non sarebbe infatti arrivata alcuna comunicazione né dalla società che gestisce i trasporti, né dalla Prefettura o dalla polizia locale. «È sempre più allarmante – commentano – la totale assenza delle forze dell’ordine e dell’amministrazione, con la scusante che le scuole superiori sono di competenza provinciale». Per quanto siano importanti per il territorio manifestazioni del calibro della Nove Colli, queste – dicono i rappresentanti – «non devono gravare sugli studenti e famiglie, mandando in tilt un’organizzazione già critica. Sarà nostra premura andare a fondo sulla questione, per capire di chi sia la responsabilità. Inoltre, nei prossimi giorni, invieremo una relazione sui nostri rilievi a tutte le parti coinvolte, sperando di trovare soluzioni definitive al problema trasporti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui