Cesenatico, altra raffica di furti notturni in pubblici esercizi

Furti tentati o riusciti: colpi a raffica nei giorni scorsi. Alla pizzeria “Cinemà” in viale Dei Mille un malvivente ha usato una grossa mazza per cercare di abbattere la vetrata. Erano le 5 di domenica quando i vicini del palazzo sono stati svegliati da una sequela di colpi contro la porta invetriata. E hanno dato l’allarme. La singolare dinamica può anche far pensare a una minaccia o all’atto di uno squilibrato. «Il ladro non è riuscito a sfondare la porta ed entrare nel locale – spiega il titolare di Cinemà – La vetrata è rinforzata, a doppio vetro antisfondamento con ulteriore pellicola nell’intercapedine. Ha tenuto, ma dovrà essere sostituita».

Tutt’altra dinamica e diverso malvivente per il furto commesso, sempre in zona, in via Roma le notti successive a spese del ristorante “La locanda di nonna Adriana”. Qui l’autore del furto sarebbe già stato individuato: un giovane straniero resosi di recente protagonista di altri piccoli furti con tanti danni a locali pubblici e ristoranti. In questo caso il malvivente avrebbe agito con molta più circospezione e provocando danni lievi al locale. Tanto che la titolare si è accorta dell’accesso solo dalle tracce lasciate dalle scarpe dietro al banco bar e dai soldi spiccioli dei resti di cassa sparsi per terra. Il ladro era entrato nel ristorante nelle notte tra domenica e lunedì o quella successiva, dopo aver scardinato e sollevato una finestra sul davanti. Se ne è andato rubando i soldi delle mance, avendo cura di rimettere le cose in ordine, le tende della finestra tirata per bene. Prima di dirigersi, subito dopo a “visitare” un chiosco di piadina sempre in viale Roma lungo la Vena Mazzarini. Un altro chiosco di piadina, in via Melozzo da Forlì, è stato visitato in altre notti: danni al tendone per entrare, all’impianto di videosorveglianza e come bottino un barattolo di Nutella.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui