Cesena, via delle Scalette: approvati i lavori per 300mila euro

Una strada a cui i cesenati sono particolarmente affezionati. Da secoli la città di Cesena e l’Abbazia benedettina di Santa Maria del Monte comunicano tra loro tramite la storica via delle Scalette, un affascinante percorso spirituale da sempre intrapreso dai pellegrini e che il 15 agosto, giorno in cui si celebra l’Assunzione di Maria, vede migliaia di fedeli percorrerlo in processione fino alla Basilica benedettina. In vista dei lavori di ripristino e di recupero dell’attuale pavimentazione, la Giunta ha approvato il progetto definitivo condividendo con la Soprintendenza di Ravenna tutti i dettagli dell’intervento.

Lavori per 300mila euro

Dell’ammontare complessivo di 300 mila euro, di cui 36.354 euro sono stati donati da 285 sostenitori della campagna di raccolta fondi lanciata sulla piattaforma Ideaginger.it dal Comune e dalla Diocesi di Cesena-Sarsina a sostegno del restauro, il progetto ha lo scopo di riportare la via delle Scalette alle condizioni originarie recuperando il valore storico della strada pedonale e garantendo la percorribilità ai numerosi passanti e utilizzatori in condizioni di sicurezza.

Nello specifico, considerato l’alto valore storico-devozionale dell’antico percorso, l’intervento verrà eseguito con accuratezza e sarà improntato ad un carattere strettamente conservativo. Il ripristino interesserà le porzioni di pavimentazione che presentano discontinuità, avvallamenti e sconnessioni: mancanza di ciottoli e mattoni, pregresse e incongrue risarciture, instabilità di ciottoli. In relazione ai gradini e alle banchine in mattoni si procederà con la sostituzione degli elementi altamente degradati con mattoni di stessa forma e colore. In riferimento invece ai tratti con asfalto saranno effettuati sondaggi preventivi per verificare l’eventuale presenza di pavimentazione preesistente. Sulla base di quanto emergerà si procederà all’intervento, sempre in accordo con la Soprintendenza.

La lunghezza complessiva di via delle Scalette, i cui primi accenni storici risalgono all’epoca quattrocentesca, è di circa 450 metri suddivisi in due tratti: dalla via San Benedetto alla via Boito e dalla via Boito alla via Del Monte. La pavimentazione è costituita in prevalenza da ciottoli di fiume, con la presenza di una scalinata in mattoni in prossimità della via Boito nel tratto verso l’Abbazia e di un piccolo tratto asfaltato nell’incrocio con la via Boito. A circa sessanta metri da questa via, in corrispondenza della scalinata, si trova un’edicola votiva. Con l’approvazione del progetto definitivo l’Amministrazione comunale dà corso alla procedure amministrative necessarie per avviare il cantiere nei prossimi mesi che porterà al ripristino dell’opera, alla manutenzione e al relativo recupero.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui