Vandalismo piromane a due passi dal chiostro di San Francesco della Biblioteca Malatestiana, indiscussa perla storica, architettonica e culturale di Cesena. Questa volta la stupidità di chi ha dato fuoco ai cassonetti per la raccolta della carta posizionati in via Montalti poteva davvero costare caro. Anche perché – sottolineano i residenti – a pochi metri ci sono diverse abitazioni, c’erano auto parcheggiate e ci sono anche centraline che servono tutta la zona.
Le lingue di fuoco si sono levate rapidamente a diversi metri d’altezza, distruggendo completamente il bidone da dove erano divampate inizialmente e propagandosi al cipresso accanto. Ieri mattina, il contenitore dei rifiuti era stato rimosso, ma a testimoniare il disastro resta proprio lo scheletro carbonizzato dell’albero. Inoltre, i gestori dell’Osteria dei perditempo si sono accorti che la tenda del loro locale è stata forata dai lapilli incandescenti.
È accaduto tutto attorno all’1.30 della notte tra domenica e lunedì e sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco con due mezzi, oltre alla polizia locale.
I vigili del fuoco avvisati dai residenti sono riusciti a circoscrivere il rogo, evitando che si estendesse oltre il bidone e l’albero distrutti dal fuoco.
I cittadini fanno presente che bisognerebbe evitare di posizionare cassonetti dei rifiuti in luoghi sensibili. Ma soprattutto segnalano l’esigenza di installare telecamere in via Montalti, non solo per scoraggiare vandalismi, non infrequenti da quelle parti, e facilitare l’identificazione di chi li commette, ma anche per contrastare altre forme di inciviltà. In particolare, sono ormai quotidiani gli abbandoni di rifiuti o comunque utilizzi impropri dei cassonetti.

Argomenti:

centro

fuoco

vandali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *