Cesena, vaccinazioni per la scuola: date due sale ai medici di base

Sono la sala di quartiere in via Moretti, a Case Finali, e la sede Auser in via Serraglio, in pieno centro, i due punti che il Comune ha messo a disposizione dei medici di base per accelerare la campagna vaccinale per proteggere una categoria professionale ad elevato rischio d’infezione: il personale che opera a vario titolo nel mondo dell’istruzione. Ieri è stato dato il via in Romagna alla somministrazione del vaccino al personale scolastico da parte dei medici di medicina generale. Hanno diritto ad accedere a questa corsia preferenziale maestri, professori, educatori, operatori e collaboratori delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private parificate, dei servizi educativi 0-3 anni e degli enti di formazione professionale della Regione Emilia-Romagna, di età compresa tra 18 e 65 anni, assistiti dal Servizio Sanitario Regionale, che non abbiano contratto il virus negli ultimi 6 mesi. È escluso invece il personale di ditte che svolgono servizi in appalto per le scuole, come gli addetti alle cucine e quello che fanno le pulizie. Una volta conclusa la campagna vaccinale al mondo della scuola, dell’educazione e della formazione, si partirà con il personale delle Università. Per favorire il più possibile i medici di base dal punto di vista logistico, l’amministrazione comunale guidata da Enzo Lattuca aveva detto immediatamente che era pronta a mettere a disposizione qualcuna delle tante strutture pubbliche di cui ha la disponibilità. Ieri iha firmato il provvedimento che concede l’utilizzo dei due locali di grande superficie in via Moretti e in via Serraglio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui