Cesena, un successo la Giostra d’incontro e si pensa al 2022 – Fotogallery

È messer Fulvio Bianchi da Como il cavaliere che ha conquistato il Palio 2021 di Cesena. Difendeva i colori dei quartieri Centro Urbano e Fiorenzuola.

Ma c’è anche un secondo vincitore morale della Giostra d’incontro che si è disputata ieri allo sferisterio della rocca. Si chiama Attilio La Mura ed è di Roma. Ha commosso il pubblico raccontando la sua storia sofferta ma a lieto fine. Per due anni è stato lontano dalle lizze perché era impegnato ad affrontare un’altra sfida, al fianco di suo figlio, malato di leucemia. Quella battaglia l’ha vinta e tornare alla sua passione a Cesena per lui ha avuto un significato speciale, perché è stata la liberazione da un incubo. Attilio La Mura, che rappresentava i quartieri Al Mare e Borello, ha anche contribuito al successo di Fulvio Bianchi, che infatti lo ha ringraziato durante la celebrazione del trionfo. Lo splendido cavallo Murgese dal manto nero con cui ha gareggiato, che si chiama Sorgo, è infatti di proprietà di La Mura, che glielo ha prestato per l’occasione.

Lo spettacolo delle lizze lancia in resta è stato ancora una volta affascinante dal punto di vista scenografico, impreziosito dall’esibizione degli sbandieratori faentini del Borgo Durbecco e dalla musica da torneo delle chiarine e dei tamburini, tra i quali hanno ben figurato i componenti del neonato gruppo cesenate. I 160 spettatori presenti, numero massimo consentito, oltre ai membri dello staff, a causa delle restrizioni anti-Covid (ma diverse decine di persone non prenotate in tempo che sono dovute restare fuori hanno sbirciato dalle transenne posizionate per limitare gli accessi), hanno dimostrato di apprezzare con scroscianti applausi.

Unico neo il modo in cui si è arrivati alla disfida finale tra il trionfatore Fulvio Bianchi e Daniele Chiveri da Milano, portacolore dei quartieri Cesuola e Cervese nord. La formula della competizione che era stata annunciata, con eliminazione in stile torneo all’italiana, è stata infatti cambiata all’ultimo minuto, creando un po’ di confusione e senza che sia stata data una spiegazione dei motivi.

Per l’edizione 2022 apiù di cinque secoli e mezzo di distanza dalla prima Giostra d’incontro, che si svolse a Cesena dal 1465 fino al 1838, prima della sua resurrezione 5 anni fa, il sogno è quello di riportarla nel suo luogo storico: piazza Maggiore, ossia l’attuale piazza del Popolo. Inoltre, si cercherà di dare al Palio un respiro internazionale, ospitando anche cavalieri dall’estero.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui