C’è un cesenate nella squadra italiana che ha conquistato la medaglia d’argento ai campionati europei di Fisica le cui premiazioni (rigorosamente online) si sono svolte ieri mattina.

Problemi teorici: solenoidi e anello, acceleratore meccanico, occhi di gatto, una carica sconosciuta… Erano tra i problemi che la squadra italiana delle Olimpiadi Europee della Fisica ha dovuto risolvere in 5 ore di prova. Cinque gli studenti che indossavano la maglia azzurra quest’anno: Alessandro Baravelli del Liceo Scientifico “Righi” di Cesena, Simone Cireffi del Liceo Scientifico “Calmi” di Brescia, Elio Moreau del Liceo Scientifico “Pacinotti” di Cagliari, Alessandro Morescaichi del Liceo Scientifico “Calmi” di Brescia, Daniele Romano Pavarini del Liceo Scientifico “Marconi” di Foggia. Si erano ritrovati a Fabriano dal 18 al 22 luglio per sostenere le prove on line presso il Liceo Classico “Stelluti” che ha messo a disposizione i locali e le attrezzature, con il dirigente scolastico Dennis Luigi Censi (coordinatore nazionale di questa gara) che li ha agevolati in una competizione alla quale hanno preso parte 57 nazioni provenienti anche da altri continenti.

Ieri la premiazione online ed in ambito europeo l’Italia ha ottenuto un argento prestigioso.

L Olimpiadi Italiane della Fisica e i Giochi di Anacleto sono competizioni a carattere individuale, riservate agli studenti delle Scuole Secondarie Superiori italiane e connesse con le Olimpiadi Internazionali della Fisica affidata dal Ministero della Pubblica Istruzione al Gruppo Olimpiadi dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica.

L’edizione di quest’anno che si sarebbe dovuta svolgere a Satu Mare in Romania dal 29 maggio al 2 giugno 2020, a causa dell’emergenza sanitaria è stata fatta con una nuova formula.

La gara in presenza è stata annullata e sostituita con una gara on line. Ogni nazione partecipa alle Olimpiadi Europee della Fisica con una squadra di 5 studenti che in Italia sono stati selezionati in base ai loro risultati ottenuti nelle gare nazionali delle Olimpiadi Italiane di Fisica. Da sottolineare come il cesenate Baravelli in passato si fosse distinto anche in gare analoghe di matematica.

Concentratissimi gli alunni sistemati in una aula ampia, arieggiata, ben illuminata, attrezzata di tutto punto con un computer che consentiva in diretta il collegamento con il resto del mondo dove si stavano svolgendo le Olimpiadi della fisica, la squadra ha avuto a disposizione due professori che hanno garantito il regolare svolgimento della prova.

Argomenti:

liceo scientifico righi

Olimpiadi di Fisica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *