Cesena, turismo in crescita anche sul pre Covid

Cesena rimane la Cenerentola tra i capoluoghi romagnoli per quanto riguarda i dati turistici, ma i risultati dei primi dieci mesi del 2022 sono molto incoraggianti e fanno registrare un netto incremento sia rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente che di quello antecedente al Covid.

Da gennaio a ottobre i pernottamenti di turisti nel territorio comunale cesenate sono stati 148.755, con un incremento del +29,2% sui primi dieci mesi del 2021 e del +17,9% sul 2019, quando ancora il Covid non esisteva e non c’erano state restrizioni. Sono aumentate le presenze sia degli italiani che degli stranieri. Le notti passate in città dai connazionali sono state 124.167, +23% in più sul 2021 e +20,1%. I provenienti da oltre frontiera hanno dormito nelle strutture cesenati per 24.588 notti, con un balzo del +73,6% sull’anno scorso e del +8,3% sul 2019. In crescita anche i turisti arrivati in città e che si sono fermati almeno una notte. Sono stati 70.399 e la media di permanenza è di poco più di due giorni. La crescita è del +33% sul 2021 e del +2,3% sul 2019. L’incremento molto maggiore delle presenze rispetto agli arrivi testimonia che i visitatori si sono fermati mediamente più a lungo rispetto al periodo prima del Covid. Nel caso degli arrivi, i 10.244 stranieri fanno segnare l’unico segno negativo sul 2019 con -9,4%, mentre sul 2021 sono quasi raddoppiati con +86,5%. Gli italiani sono stati 60.155: +4,7% sul pre Covid e + 26,8% sul 2021.

Per i pernottamenti l’unico mese andato peggio del 2019 è gennaio, che è anche quello con minor affluenza complessiva (8.938, -15,9% sul 2019 e +73% sul 2021). L’unico mese diminuito rispetto al 2021 è agosto (-7,5%, ma +17,7% sul 2019), che comunque con 21.211 presenze si conferma il mese più frequentato. Al secondo posto c’è luglio (18.125). Le notti vendute dalle strutture cesenati a giugno (16.865) e a ottobre (16.554) sono quasi le stesse, poi seguono settembre (15.431), maggio (14.766) e aprile (13.213).

Al primo posto tra chi arriva da fuori e dorme a Cesena ci sono gli emiliano romagnoli (19.096) che sopravanzano di pochissimo i lombardi (18.675). Completano il podio i campani con 16.188. All’ultimo posto i valdostani, con 88 pernottamenti in dieci mesi. Tra gli stranieri, 16.892 pernottamenti sono di cittadini dell’Unione Europea. Al primo posto i francesi con 2.915 notti, vicinissimi i tedeschi con 2.620; poi ci sono i romeni con 2.298. Superano quota mille anche gli spagnoli con 1.742, i provenienti dai Paesi Bassi con 1.241 e quelli dal Regno Unito con 1.063. Fuori dall’Unione europea registrati 4.044 pernottamenti nel resto del continente e 3.652 per clienti extraeuropei. Superano i mille pernottamenti solo Svizzera e Liechtenstein (1.439) e Stati uniti d’America (1.013).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui