Cesena, tuffo nei cortometraggi anche nel palazzo nobile

Come il ciak di un nuovo film, è tutto da scoprire il 5° “Malatesta short film festival”, ideato da Luca Berardi e dedicato al cinema breve. Da oggi a domenica 21 novembre, il festival srotola sei intense giornate di proiezioni in concorso e momenti più originali. Così come avviene per l’apertura di oggi e di domani, quando le proiezioni in concorso al cinema Eliseo si intrecciano a visite guidate a Palazzo Romagnoli in collaborazione con il Fai, insieme a lavori che nascono dagli archivi. «La cosa interessante di questa particolare inaugurazione – dice il direttore artistico Luca Berardi – è di unire antico e moderno nell’arte. Alla visita di sale del palazzo settecentesco si innestano installazioni, libri fotografici, proiezioni e lavori di giovani artisti d’oggi creati a partire da archivi di cinema».

Cinema d’archivio a Palazzo

Dalle 10 alle 15 di oggi e dalle 10 alle 16.30 di domani, i visitatori vengono accompagnati a Palazzo Romagnoli, anche in un’ala aperta per la prima volta in una cappella votiva privata e nel salone del disegno murario. Mentre le guide Fai illustrano caratteristiche architettoniche, cineasti under 35 selezionati dal festival presentano le proprie creazioni. Al primo piano, nella Sala blu, i curatori Gianmarco Torri e Karianne Fiorini introducono il progetto “Re-framing home movies” legato all’archivio; nella Sala dello specchio, Bianca Maldini mostra il suo “n+n” due opere realizzate a partire da due fondi, cercando connessioni. Nella biblioteca, Giuseppe Ferrari e Nicoletta Traversa mostrano “Francesca o francesi”, in cui ripercorrono un fondo filmico degli anni ’60. Prenotazioni obbligatorie a prenotazioni.msff@gmail.com) Dalle 10 alle 17, nelle cantine del palazzo si proietta una pellicola composta da 4 corti originali, pure realizzati a partire da materiali di repertorio. Di Vittoria Soddu è “Sulle arie, sulle, acque, sui luoghi” (24’); Guglielmo Trupia firma “I fiori blu” (25’); Perla Sardella ha creato “Le grand viveur” (21’), mentre Veronica Orrù “Un modo di sorridere insolito” (21’), rielaborazione di filmini di famiglia in 8mm. Domani, dalle 14.30 alle 17, c’è un interessante “Approfondimento” per comprendere come nasce questo genere di film, insieme agli autori che commentano le visioni dei lavori.

Il concorso

Sempre oggi, al cinema “Eliseo”, dalle 16.45 alle 19.30, si svolge la prima giornata di proiezioni in concorso, con 7 film dei 32 complessivi di varie parti del mondo, espressione delle categorie Fiction, Documentario, Animazione, Sperimentale. I film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano. Apre fuori concorso “Ballerina” (14’), girato alla stazione di Cesena dal riminese Kristian Gianfreda (“Solo cose belle”). Ospiti alcuni elementi della troupe. Chiude un aperitivo con gli artisti. Martedì 16 e mercoledì 17, sempre all’Eliseo, proiezioni degli altri film in concorso. Abbonamento: 12 euro. Info: 329-3110472.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui