Lo hanno trovato morto in un’abitazione di viale Matteotti, diversi giorni dopo il momento del decesso. Molto probabilmente almeno sei, anche se solo gli accertamenti dell’anatomopatologo potranno stimare in modo più preciso quando si sia consumata quella tragedia solitaria. Viste le alte temperature di questa fine estate, il cadavere del 53enne cesenate era già in stato di decomposizione quando i vigili del fuoco e il personale del 118 sono riusciti a entrare in casa. Tutto fa pensare a una morte per cause naturali.

Argomenti:

morto in casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *