Cesena, trivella in tre punti per preparare i lavori sul Cesuola

Esplorazioni del sottosuolo in corso per aprire la strada ai lavori di risanamento del tratto coperto del torrente Cesuola. Negli ultimi giorni una trivella, attorno a cui c’è stato un via vai di un folto drappello di tecnici e operai, ha fatto la sua comparsa nei giardini Serravalle, nelle vicinanze dell’area di sgambamento per cani. Il vistoso macchinario serve per eseguire indagini geotecniche e prove dinamiche, indispensabili per mettere mano al progetto di sistemazione strutturale del tombinanento del corso d’acqua. Per consentire questi interventi, affidati a “Heratech”, società del Gruppo Hera che progetta e costruisce impianti, estensioni di rete, allacciamenti, il Comune ha rilasciato specifiche autorizzazioni di occupazione suolo pubblico. L’assessore ai Lavori pubblici, Christian Castorri, spiega che sono tre i punti in cui è in programma questo tipo di verifiche. Oltre ai giardini Serravalle, si effettueranno trivellazioni in piazza Aguselli, a due passi dal Sant’Agostino, e in piazzale Learco Marconi, quello vicino al ristorante-pizzeria “Guttaperga”, in zona Osservanza.

Lavori in vari stralci

A breve verrà lanciata la gara d’appalto per affidare i lavori per il primo stralcio, con un impegno di 300.000 euro. Questo cantiere dovrebbe essere aperto in estate e interesserà la zona della portaccia, dietro il complesso Sant’Agostino. Seguiranno altri due stralci, che includeranno casse di laminazione dalle parti del cimitero, per ridurre il rischio di allagamenti disastrosi in caso di piena. Parallelamente, Atersir ha messo in campo 3 milioni per la parte strutturale del tombinamento, che in alcuni tratti fu realizzato quasi un secolo fa. Qui ci sono da fare complesse operazioni preliminari, che andranno avanti fino all’estate. Ed è anche necessario fare entrare i tecnici dentro la scatolare realizzata a suo tempo per interrare il Cesuola. Poi, sempre attraverso diversi stralci, gli interventi di messa in sicurezza dovrebbero essere ultimati nel 2025. Alla fine, servirà un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro per completare le previste opere di risanamento ambientale, strutturale e idraulico del torrente Cesuola, che andranno avanti per parecchi anni.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui