Tre mostre per ricominciare nel segno dell’arte e della cultura. A partire da oggi riaprono in città Musei e Gallerie d’arte garantendo la sicurezza dei lavoratori e dei visitatori. Pronti a una ripartenza gratuita, fino al 31 luglio, la Biblioteca Malatestiana Antica (su prenotazione il lunedì dalle 14 alle 19, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19), e la Pinacoteca comunale (il venerdì dalle 15 alle 18, sabato, domenica e festivi – 2 giugno compreso – dalle 10 alle 18). Riaprono i battenti le Gallerie d’arte Pescheria e del Ridotto (il venerdì dalle 16 alle 19, sabato, domenica e festivi – 2 giugno compreso – dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19) che ospitano rispettivamente due mostre: “Arpad Weisz: una storia di sport e razzismo”, che sarà fruibile fino a domenica 28 giugno, “Piranesi. Carceri d’Invenzione” allestita fino a domenica 14 giugno (entrambe digitalizzate dal Settore Cultura del Comune nel corso del lockdown e reperibili su CesenaWebTv). Riapre al pubblico anche Villa Silvia – Carducci e a partire da domani, sabato 23 maggio, i visitatori potranno tornare a godere dei Musei Musicalia e Carducciano che saranno aperti dalle 15,30 alle 19,30 con visite guidate gratuite, per le quali è necessaria la prenotazione. A Villa Silvia fino al 22 dicembre sarà visitabile la mostra dedicata al 150° dalla nascita del tenore cesenate Alessandro Bonci. Villa Silvia-Carducci conserva un repertorio bonciano di grande importanza, di proprietà della Fondazione Franco Severi Onlus e ora in esposizione per il 150° anniversario. Tale patrimonio è costituito da macchine parlanti, fonografi e relativi rulli in cera. In tutti i casi il numero dei visitatori, che dovranno indossare la mascherina e mantenere 1 metro di distanza dagli altri anche al di fuori dell’edificio, è stato ridotto per evitare assembramenti e garantire in questo modo una visita sicura per tutti.

Argomenti:

CULTURA

mostre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *