Cesena, trasporto refrigerato di cibi: Caaf festeggia 50 anni

Mezzo secolo di attività per Caaf, consorzio specializzato nel trasporto per conti terzi di merci a temperatura controllata. Sabato scorso ha festeggiato l’importante traguardo, che ha tagliato dopo una costante crescita, possibile anche grazie all’organizzazione di un polo logistico connesso, affidato a Logitrans, azienda del gruppo. «Affidabilità, sicurezza e puntualità» sono le tre qualità su cui ha puntato il consorzio di autotrasportatori artigiani frigoriferi, che opera prevalentemente in Italia. Dispone di un parco veicolare composto esclusivamente da camion frigo attrezzati per trasportare a temperatura controllata derrate deperibili, quali carne, pesce, frutta, verdura ed alimentari in genere, ma anche di merci florovivaistiche o bio-medicali, da 25 gradi sotto zero a 25 gradi sopra lo zero, in ottemperanza a quanto disposto dalla normativa. Logitrans Srl è il braccio del consorzio che si occupa della logistica dei prodotti alimentari surgelati, congelati, freschi, freschissimi e secchi, riuscendo così a offrire un pacchetto completo di gestione delle merci, pianificando i trasporti e abbinandoli a un servizio di groupage. Per garantire al meglio la catena del freddo, gli automezzi, che attualmente sono una quarantina, vengono continuamente rinnovati, adeguandosi alle più severe normative comunitarie, ambientali e con gli standard europei in termini di sicurezza. Caaf riserva una cura particolare alle diverse fasi di carico-scarico della merce e allo stoccaggio nelle celle frigorifere, operando esclusivamente con personale qualificato ed è in grado di garantire la tracciabilità di ogni trasporto refrigerato. Si aggira attorno a 8 milioni di euro il fatturato annuo che i 15 soci di Caaf riescono a sviluppare con la loro attività, assieme ai collaboratori di cui si avvalgono.

Gabriele Sbrighi, presidente del consorzio che ha la propria base in via Kuliscioff, a Pievesestina, fa il punto: «Questo è un momento particolarmente difficile, soprattutto perché è diventato praticamente impossibile trovare personale. A questo problema vanno aggiunti i soliti, dalla pressione fiscale alle burocrazia, oltre a quello ben noto dei prezzi del gasolio saliti alle stelle. Nonostante questo, siamo una realtà in crescita, che riesce ad adattarsi a un settore che cambia ormai ogni giorno e ci chiede quindi di rispondere alle nuove esigenze dei clienti. Quello che è venuto meno rispetto al passato è la stabilità, ma facciamo di tutto per offrire sempre un servizio di qualità».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui