Cesena, torna la festa solidale e quest’anno aiuta i bimbi ucraini

Torna quest’anno, dopo due anni di stop forzato, la ventunesima edizione della Festa Solidale di Adra, «braccio operativo della chiesa avventista», che si svolgerà nel piazzale del supermercato Conad del quartiere di Case Finali nelle giornate di sabato 3, domenica 4, sabato 10 e domenica 11 settembre.

«Ogni anno dal 2000 proponiamo un diverso tema per questa nostra festa – racconta il responsabile di Adra Cesena, Giovanni Benini -. Il tema di quest’anno è purtroppo ancora attualissimo: la guerra in Ucraina». Lo scopo che si è posto Adra quest’anno è quello di utilizzare i ricavati della festa, che arrivano sia dagli sponsor che dall’utile della cucina che sarà presente alla festa per cenare in compagnia, per donare un buono acquisto, utilizzare per l’acquisto del materiale scolastico nella cartolibreria Minerva di piazza del Popolo, da offrire ai bambini della famiglie ucraine ospitate nel territorio cesenate.

«Nel nostro territorio sono circa 241 i minori ospitati» ha specificato l’assessora ai servizi per le persone e le famiglie Carmelina Labruzzo, continuando con altri dati «264 sono le donne, mentre solo 26 gli uomini. I numeri sono fluttuanti, alcune persone sono infatti tornate nel proprio Paese per l’estate oppure anche per restarci. Adra ci aiuta non solo ad aiutare i bambini che si trovano da noi, ma stanno tuttora ospitando tre nuclei famigliari ucraini». Si uniscono ai ringraziamenti verso la chiesa avvenista anche le parole di don Vasyl, parroco delle comunità cattoliche ucraine.

Le quattro serate, con la collaborazione del Quartiere Fiorenzuola, presentano innumerevoli iniziative. Oltre alla già citata ristorazione avranno luogo anche vari laboratori, attività per bambini, stand di associazioni del territorio, tra cui uno in cui presenzierà lo stesso don Vasyl che si impegnerà in una raccolta fondi destinata all’acquisto di ambulanze per il popolo ucraino.

Non mancherà anche la musica in questi primi due fine settimana di settembre: sabato con un tributo ad Adriano Celentano, suoneranno “I molleggiati” alle 21; domenica, sempre alle 21, si esibirà invece l’Orchestrona di Forlimpopoli; il fine settimana seguente prevede invece nella serata del sabato l’esibizione dei “Swingin’ Daddies” che porterà i suoni della musica jazz e dello swing alla festa; l’ultima serata ospiterà invece il gruppo dialettale “Quii ad San Zili” che metterà in scena la commedia “Paolo met la suten”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui