Cesena, torna il Festival internazionale del cibo di strada

Nonostante le difficoltà degli ultimi anni il Festival internazionale del cibo di strada ancora resiste e dal pranzo di venerdì a domenica sera tornerà in piazza della Libertà. «Siamo riusciti a mantenere vivo questo appuntamento – dichiara Cesare Soldati, presidente di Confesercenti cesenate – e anche se questo non si può dire un bell’anno per tanti motivi, abbiamo deciso di riportare il Festival a pieno regime».

Era due anni che non succedeva: prima lo stop completo per via della pandemia, poi la ripartenza, lo scorso anno, ma a ranghi ridotti. Questa sarà la prima occasione in cui il Festival si riappropria delle dimensioni che aveva raggiunto negli ultimi anni. Sono attese circa 25 delegazioni e tra i ritorni c’è anche quello del premio dedicato alla memoria di Gianpiero Giordani, fondatore del festival. In piazza della libertà ci saranno le cucine di strada, ma gli stand si snoderanno anche lungo corso Mazzini e ci saranno i food truck in piazza Giovanni Paolo II, mentre in piazza Almerici, nella porzione rinnovata e liberata dal cantiere delle Tre Piazze debutterà invece il Festival dei Giochi di Strada nato dalla collaborazione con Aidoru.

Il direttore della Confesercenti di Cesena e Ravenna Graziano Gozi ne sottolinea l’originalità, «è stato il primo festival dedicato al cibo di strada», e il carattere culturale, alla proposta enogastronomica si affiancano infatti gli Incontri di gusto e ora il festival dedicato al gioco, elementi che raccontano della collaborazione storica con Slow Food Cesena e di quella con Aidoru nata negli ultimi anni.

«Siamo contenti – ha detto il sindaco Enzo Lattuca – di essere accanto alla Confesercenti e a Slow Food per questo appuntamento che ormai rientra a pieno titolo tra le feste comandate. Questo è un periodo splendido per la città, che terminata la “concorrenza” del mare si ripopola. Avremmo bisogno di altri due o tre appuntamenti così di richiamo per il centro storico nel corso dell’anno». Nella giornata di domenica, ha aggiunto l’assessore Luca Ferrini, «ci sarà anche il mercato straordinario, che insieme a negozi che vorranno stare aperti, contribuiranno ad arricchire l’offerta della città».

Al Festival internazionale del cibo di strada per la prima volta si affiancherà il Festival dei giochi di strada, che animerà piazza Almerici grazie alla sinergia con Aidoru. Si inizia venerdì alle 16 con “Archtisti creano”, giocolab con scarti di legno per bambini, a cura di Manolo Benvenuti e Elena Leria Jimenèz; dalle 17 “Casa di gesso”, laboratorio per l’infanzia. Si prosegue sabato 8 dalle 14 con Skate school Cesena mentre dalle 15 fino a sera proseguiranno “Archtisti creano”. Dalle 16, inoltre, basket con Asd Livio Neri, dalle 19 saranno presenti Uniradio Cesena e le associazioni studentesche universitarie e alle 21 spettacolo di burattini a cura di Flavio Ferrante, burattinaio diciassettenne che proporrà la storia di “Fagiolino e l’eroica impresa”. Domenica 9 dalle 11 riparte il laboratorio per l’infanzia “Casa di gesso”; dalle 14 il basket con Asd Livio Neri; dalle 15 giocolab con scarti di legno per bambini, a cura di Manolo Benvenuti e Elena Leria Jimenèz e dalle 16 Skate school Cesena.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui