Cesena, torna “Ciò che ci rende umani” della Valdoca

È fra i momenti che nutrono il benessere dello spirito, Ciò che ci rende umani, rassegna ideata nel 2012 dal Teatro Valdoca di Cesena, a cadenza biennale. Dal 9 al 24 ottobre fa ritorno e intreccia poesia, filosofia, arti, teatro. Ospiti illustri in vari campi contribuiscono a spingere lo sguardo artistico all’insù, verso la poesia, e a congiungere energie che legano pensiero e forza ispiratrice.

L’apertura, sabato 9 ottobre alle 18, nella sala Sozzi del Palazzo del Ridotto, è con La beatitudine del somaro, momento espositivo che unisce una conversazione con l’attrice Silvia Calderoni, il Pinocchio di Enigma, l’ultimo spettacolo di Valdoca.

Il demiurgo Cesare Ronconi crea uno spazio onirico a partire dal burattino universale dove è centrale l’infanzia «con i suoi alti poteri». Attorno, dipinti e ritratti fotografici dialogano con inserti video, e con le opere del Fondo Severi Lukinovich di edizioni rare del Pinocchio, donato alla Biblioteca Malatestiana, che allestisce uno scaffale dedicato a Pinocchio e alla sua fortuna (fino al 24 ottobre).

Paesaggio rotto

Sul fronte teatro, un momento atteso è il ritorno al Bonci di Paesaggio con fratello rotto, mercoledì 20 ottobre, fra gli spettacoli di punta della storia di Valdoca, trilogia che debuttò al Bonci nel 2005. In questo caso torna in una forma più essenziale di rito sonoro, con la voce di Mariangela Gualtieri che ripercorre le parti da lei scritte, la guida registica di Cesare Ronconi, e un video del lavoro girato da Simona Diacci Trinity nel 2007, appositamente per lo schermo. L’occasione del ritorno, sedici anni dopo, del «rito sonoro scritto per il nostro presente», è l’imminente uscita (12 ottobre) per Einaudi, del libro di Paesaggio con testo e riflessioni, curato da Mariangela Gualtieri. La ripresa dello spettacolo riporta al centro lo sguardo selvatico di fragilità animalesche e di figure giovani del mondo.

Info: 334 6945465

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui