Cesena, tocco naif di arte ecologista sulla torretta Enel

«Quando non c’è energia non c’è colore, non c’è forma, non c’è vita». Traendo da queste parole del grande pittore Caravaggio, Enel ha lanciato nel 2018 un progetto internazionale per abbellire le proprie strutture, trasformandole in «gallerie d’arte a cielo aperto». Ora questa iniziativa, che sta coinvolgendo una decina di Paesi di tutto il mondo, dalla Russia al Cile, è arrivata anche a Cesena. Nelle ultime settimane la torretta Enel all’incrocio semaforico tra via Mulini e via Curiel, a pochi metri dall’ex mulino Serravalle, ha iniziato ad assumere un aspetto molto vivace. Utilizzando colori molto sgargianti, è stata dipinta con uno stile naif, che include pesci e barchette. La tinta dominante è l’azzurro. Una scritta con l’incipit «ciao, sono Caterina» e un grande arcobaleno completa l’opera, che ha un’impronta spiccatamente ecologista. Lo spirito del progetto, denominato “Open power to art”, viene spiegato così dalla società: «Vogliamo integrare e armonizzare gli asset di Enel e le sue aree vicine al tessuto urbano, sviluppando la creatività artistica e skill nuovi delle comunità in cui siamo presenti, attraverso le partnership con diverse istituzioni, associazioni e aziende».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui