Cesena, stalking e molestie in Comune: assolto Castiglia

CESENA. Assolto con la formula più ampia possibile: perché il fatto non sussiste. È la sentenza letta ieri all’ora di pranzo dal giudice Floriana Lisena che ha chiuso (salvo per ora inattese volontà di andare avanti in 2° grado) un processo unico nel suo genere in Italia: quello che vedeva il Comune di Cesena portare in aula per stalking un proprio cittadino: Graziano Castiglia.
Le accuse (per le quale il pm Francesco Buzzi aveva chiesto una condanna a 10 mesi) nel dettaglio erano di stalking, molestie e disturbo alle persone.
Lo scontro vedeva contrapposti il Comune (difeso dall’avvocato Giorgio Fabbri) ed il cesenate (difeso dagli avvocati Isabella Castagnoli ed Antonio Baldacci).
Castiglia per anni si è battuto su numerosi fronti concernenti la vita amministrativa cesenate. Ad un certo punto il Comune aveva ritenuto che il suo comportamento, volto a chiedere informazioni su numerose questioni cittadine, si stesse modificando in una sorta di “persecuzione”. Di qui la denuncia per stalking e molestie ed il rinvio a giudizio datato dicembre 2016.

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui