Cesena, spunta divieto d’accesso insensato e pericoloso: protesta

Già da parecchi giorni un segnale di divieto d’accesso senza alcun senso è apparso nello spartitraffico tra via Subborgo Valzania, via Fiorenzuola, via Andrea Costa e via Casetti. In realtà l’automobilista o il motociclista che se lo trova di fronte non ha alcun impedimento a procedere, da qualunque parte provenga. Invece quel cartello crea confusione e incertezze: chi non conosce la zona, o comunque è ligio alle indicazioni (come si è peraltro tenuti a essere), ha esitazioni e qualche volta fa persino manovre azzardate nel timore di violare il Codice della strada. Per esempio, c’è chi all’ultimo momento ha fatto retromarcia in quel punto trafficatissimo o al centro di diversi bracci stradali. Non solo. Quell’anomalia potrebbe tra l’altro creare non poche complicazioni in caso di incidente, al momento di valutare le responsabilità. A fare presente questa assurdità, spiegabile solo con un clamoroso errore nel posizionamento di un segnale che forse era destinato ad essere posizionato altrove, è Bruno Benvenuti, che abita in zona e in città è conosciuto anche per essere presidente dell’associazione “Amici della musica Bonci”. A irritarlo è anche il fatto che ha telefonato circa tre settimane fa alla polizia locale, che gli ha promesso che avrebbe fatto un controllo. Ma il segnale è ancora lì.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui