Cesena, sicurezza: nuovi cancelli al Cubo

Garantire la piena valorizzazione dell’immobile e un miglioramento della sua fruibilità, soprattutto da parte della popolazione scolastica, anche in funzione degli aspetti legati alla sicurezza e al corretto utilizzo degli spazi comuni e degli ambienti esterni. Si basa su questi precisi presupposti la Convenzione sottoscritta dalla Provincia di Forlì-Cesena e il Comune di Cesena in relazione al progetto riguardante il “Cubo”, che ospita in zona stazione il Liceo classico “Monti”, spesso al centro di criticità legate al tema della sicurezza.

“La sinergia venutasi a creare tra il Comune e la Provincia – commenta il sindaco Enzo Lattuca, anche Presidente della Provincia – è motivata dalla comune volontà di risolvere le problematiche emerse con un’ottica di visione coordinata e congiunta. Quest’area del polo scolastico, di proprietà della Provincia, fatta eccezione per le palestre che sono di pertinenza del Comune di Cesena, spesso viene usata come una zona di riparo da bande di giovanissimi che, favoriti dalla presenza del parcheggio interrato, svolgono attività non del tutto edificanti consumando alcol, sostanze e arrecando danno agli spazi pubblici. Per arginare questo ed altri fenomeni di vandalismo noti alle forze dell’ordine e alla Polizia locale, e con lo scopo di assumere il controllo di quest’area frequentata quotidianamente da studenti, insegnanti e famiglie, abbiamo predisposto l’installazione di cancelli a cui seguirà, d’intesa con la dirigenza scolastica, la programmazione dei nuovi orari di accesso ai garage e alla corte interna”. Nel corso delle ore serali, e quando il Liceo sarà chiuso, gli accessi rimarranno serrati, ma potranno essere aperti dall’interno attraverso maniglioni antipanico.

Come previsto dalla Convenzione, si procederà con la sostituzione delle cancellate esistenti (serrande ammalorate e di difficile gestione) con cancellate metalliche avvolgibili, sezionali o basculanti e con porte di uscita che rispettino i moduli antincendio per uscite di sicurezza come da Certificato Prevenzione Incendi. L’intervento sarà finanziato dalla Provincia, proprietaria dell’immobile, che metterà a disposizione le risorse finanziarie richieste, complessivamente 95 mila euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui