A Cesena la sfida tra i robot realizzati dagli alunni delle superiori

A Cesena la sfida tra i robot realizzati dagli alunni delle superiori

CESENA. Che prima o poi al posto dei giocatori in campo possano scendere i robot sembra ormai solo questione di tempo. E qualcosa di molto simile accadrà venerdì prossimo a Cesena in occasione della Sumobot Cpu, durante la quale i mini robot assemblati e programmati dagli studenti di tre istituti superiori che la scorsa estate hanno partecipato al progetto di alternanza scuola-lavoro in Onit (società cesenate leader nel settore dell’ICT, in collaborazione con il Campus cesenate dell’Università di Bologna), si contenderanno il titolo di campione in una vera e propria arena allestita per l’occasione.

Si tratta della giornata che concluderà nel modo più divertente il percorso formativo denominato “Progetto Gaming” al quale hanno aderito alcuni degli alunni delle classi quinte dell’Ite Serra (indirizzo informatico), dell’Iti Pascal (indirizzo informatico) e del liceo scientifico Righi (indirizzo scienze applicate) che, al termine delle lezioni sono stati ospitati da Onit per periodi variabili, compresi tra i 15 e i 30 giorni. Durante la loro permanenza in azienda, ai ragazzi è stata proposta una sfida: progettare e rendere funzionanti dei piccoli robot, trasformandoli così da semplici utilizzatori a produttori di applicativi sw.

“Lo sforzo che abbiamo messo in campo- commenta Fabio Piraccini ceo di Onit Group – è stato volto a far conoscere agli studenti, attraverso un percorso che li vedeva attivamente coinvolti, la nostra azienda e i valori che la sostengono e ispirano: dall’importanza di lavorare in team, alla soddisfazione che deriva dall’impegnarsi per “fare un buon lavoro” condividendolo con i colleghi. Siamo fiduciosi che l’esperienza fatta in Onit, potrà anche sostenerli nelle scelte che dovranno affrontare quest’anno, al termine del percorso di formazione superiore, in vista di un possibile proseguimento degli studi o di un ingresso nel mondo del lavoro. Al contempo, con questa nostra iniziativa che ha unito il gioco al lavoro vero e proprio, crediamo di avere favorito la crescita di competenze professionali sul nostro territorio; competenze che, in un futuro, potranno trovare una buona collocazione lavorativa… magari proprio in Onit”.

La Sumobot Cup alla quale parteciperanno gli alunni dei tre istituti coinvolti nel progetto, inizierà alle 9 di venerdì 25 ottobre al Nuovo Campus Universitario di Ingegneria e Architettura in via dell’Università 50 a Cesena.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *