CESENA. Voleva a tutti i costi “uccidersi per amore”. Lui, ventenne originario delle zone centrali dell’Africa, perdutamente infatuato di lei, minorenne e cesenate di origini est europee. Per salvare l’uomo è servito l’intervento prima di alcuni passanti in zona Ponte Nuovo. Poi in maniera massiccia della polizia. Che ha dovuto bloccarlo e consegnarlo nella mani del 118 per impedirgli di dar seguito ai suoi insani intenti e farlo ricoverare al Bufalini.
Il tutto è avvenuto una manciata di minuti prima delle 15.30.


In quel momento il 20enne ha scavalcato una prima volta la recinzione che protegge il passaggio pedonale dal salto nel Savio, in zona Ponte Nuovo. A tutti è stata abbastanza chiara la situazione d’emergenza fin da subito. Anche perché il 20enne urlava solo che voleva morire. Dai locali pubblici della zona e dal traffico (con alcuni automobilisti che si sono bloccati sul ponte) molte le persone che erano accorse. Hanno iniziato a parlare col ventenne per cercare di farlo ragionare. Mentre altri chiamavano il 113 ed il 118 per avvisare dell’emergenza in atto ambulanza, auto medicalizzata e pattuglie prontamente arrivate dal commissariato di polizia di via Don Minzoni. Quando gli agenti si sono avvicinati al 20enne questi ha prima cercato sporgersi ancora di più verso il vuoto. Poi ha iniziato a spiegare urlando che non voleva più vivere senza la giovanissima cesenate che evidentemente di lui non ne vuole sapere. In un istante uno dei poliziotti è riuscito ad abbrancarlo (già altre persone lo avevano tenuto fermo in precedenza senza esito) e a fermarne gli intenti suicidi. Con l’ausilio poi di altri agenti arrivati sul luogo del tentato suicidio.
L’uomo è stato caricato in ambulanza e sedato. Mente il traffico tornava a a scorrere il 20enne veniva ricoverato nel reparto di Psichiatria del Bufalini di Cesena.

Argomenti:

polizia

Ponte Nuovo

salvato

suicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *