Cesena: scuole ancora al centro del contagio

Le scuole restano al centro dell’ondata pandemica. I dati alla vigilia delle nuove regole per le quarantene parlando di contagi ancora alti tra i banchi in un contesto in cui la variate Delta è tornata ad infettare assieme alla Omicron.
Nelle ultime 24 ore di controlli l’Ausl ha rilevato nel cesenate 338 nuove positività al tampone per il Covid-19. Mentre sempre i tamponi hanno tolto dall’isolamento certificando la guarigione di 830 pazienti.
Nell’ultima settimana di verifiche il calo diffuso dei contagi ha portato la quota delle ospedalizzazioni al Bufalini non ancora troppo in basso. Sono 47 le persone ricoverate a causa dell’infezione di cui tre si trovano in Terapia Intensiva. L’area di Cesena è l’unica in Romagna ad avere un tasso di letalità inferiore all’1% dei casi (0,9%)
I casi attivi sono attualmente 180 a Bagno di Romagna, 85 a Borghi, 2.644 a Cesena, 687 a Cesenatico, 272 a Gambettola, 300 a Gatteo, 181 a Longiano, 167 a Mercato Saraceno, 48 a Montiano, 95 a Roncofreddo, 380 a San Mauro Pascoli, 82 a Sarsina, 626 a Savignano sul Rubicone, 71 a Sogliano e 38 a Verghereto.
Nell’ultima settimana non si sono registrati nuovi focolai inter ospedalieri, invece il virus è riuscito ad entrare in 3 tra strutture residenziali, socio assistenziali e socio sanitarie.
Le classi in quarantena sono in totale 238. È il dato più alto di tuta la Romagna. Sono suddivise tra 19 sezioni di nido, 41 di scuola dell’infanzia, 79 elementari, 42 medie e 57 delle superiori. Un dato destinato a scendere nel tempo con le nuove regole “più permissive” recentemente varate.
Il dettaglio dice che negli ultimi sette giorni nel cesenate sono state verificate 76 infezioni nella fascia d’età tra li 0 ed i 3 anni (su 253 tamponi eseguiti), 170 nuovi casi nell’età da materna 3-5 anni (su 522 tamponi), tra i 6 ed i 10 anni 356 nuovi casi su 1.429 tamponi, nell’età delle scuole medie dagli 11 ai 13 anni 147 nuovi casi su 278 tamponi, e tra i 14 ed i 18 anni 254 nuovi casi su 386 tamponi eseguiti.
In Romagna la variante Omicron anche nella scorsa settimana non è stata l’unica presente. Ha contagiato il 94% dei pazienti trovati positivi al tampone. Mentre il 6% era stato infettato dalla variante Delta, che soltanto due settimane fa era del tutto scomparsa dai radar del Laboratorio Unico Ausl di Pievesestina.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui