Da Cesena alla Romania, la città diventa un set. Al via le riprese

Da Cesena alla Romania, la città diventa un set. Al via le riprese
Un sopralluogo in piazza del Popolo per il film e Andrea Riceputi con Maurizio Paganelli

CESENA. Si avvicina il momento del primo ciak per il film “Dittatura last minute” (questo il titolo provvisorio), ispirato alla storia vera di tre cesenati e del loro viaggio nella Romania di Ceausescu, poco prima della caduta del regime. Le riprese cominceranno lunedì 14 ottobre e proseguiranno per due settimane, per poi trasferirsi in Bulgaria e infine in Romania. Nei giorni scorsi il regista Antonio Pisu e la sua troupe hanno effettuato i sopralluoghi che precedono l’inizio delle registrazioni.

Il cast
Oltre alla regia, Pisu ha curato la sceneggiatura del film prodotto da “Genoma Films” di Paolo Rossi, dalla società rumena “Kinotopia” di Daniel Burlac (co-produttore della Palma d’Oro a Cannes nel 2008) e in collaborazione con i cesenati Maurizio Paganelli e Andrea Riceputi.
Il film prende spunto proprio dalla storia del viaggio che Paganelli e Riceputi (nella storia Pago e Rice) fecero realmente insieme all’amico Enrico Boschi (Bibi) nel 1989. A interpretarli saranno Lodovico Guenzi (nel film Rice), Matteo Gatta (Pago) e Jacopo Costantini (Bibi).

Le location
«È il primo film che si gira a Cesena da oltre trent’anni, il primo che parla di cesenati e che vede la città tra i suoi protagonisti, e non solo l’ambientazione di alcune scene», evidenzia Paganelli. Piazza del Popolo, il mercato ambulante, il teatro Bonci e alcune delle vie del centro sono alcune delle location scelte per il set. Le uniche fuori dal centro storico sono il ristorante “Il Castello” di Diegaro e un locale a Sant’Egidio: «Ci serviva un bar che avesse conservato quelle atmosfere di fine anni ’80 e il bar di fianco al cineteatro “Bogart” è perfetto».

I sostenitori
Insieme alla ricerca dei luoghi in questi giorni, Riceputi e Paganelli sono impegnati anche nella ricerca di fondi e quindi di sostenitori: «Sono davvero orgoglioso di poter dire che a Cesena abbiamo già diverse imprese che hanno capito la potenzialità di questo progetto: una produzione internazionale che parla anche della città e del suo territorio, un film che girerà i cinema di tutta Europa». La ricerca di sostenitori ha già da dato i suoi frutti, a partire da quelli istituzionali: «Abbiamo avuto l’appoggio del Ministero per i Beni e le attività culturali, quello di Emilia Romagna Film Commission e quello di Rai Cinema, grazie al quale, dopo il passaggio nelle sale cinematografiche il film approderà anche sui canali Rai».
In questi giorni Maurizio Paganelli è a Bucarest: «Grazie anche al supporto dell’ambasciata italiana, speriamo di trovare sostenitori anche tra gli imprenditori italiani che stanno lavorando là».

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *