vaccinazione nella RSA, qui siamo alla meridiana di sant’Andrea in bagnolo

Questa mattina, dopo le prime 85 vaccinazioni a operatori sanitari eseguite domenica scorsa, in occasione del “Vaccine day” presso la fiera a Pievesestina, è ripresa anche a Cesena la campagna di protezione contro il Covid-19, utilizzando le nuove dosi appena consegnate dal colosso farmaceutico “Pfizer-Biontech”. C’è stata inoltre la novità delle prime iniezioni fatte agli ospiti e al personale delle strutture per anziani. A rompere il ghiaccio è stata la “Meridiana” di Sant’Andrea in Bagnolo, dove un addetto di 29 anni, Manuele Lorenzini, è stato il primo a essere vaccinato dai professionisti dell’Ausl, intervenuti sul posto con due squadre. Una si è poi presa cura degli anziani, partendo da quelli allettati. Dal 2 gennaio la somministrazione di questa serie di prime dosi, a cui dovrà seguire un richiamo a distanza di circa tre settimane, rinizierà e andrà avanti costantemente, forniture permettendo. Si conta di completare entro fine febbraio la copertura di tutti gli operatori sanitari e di tutti gli ospiti e del personale delle case residenze per anziani della zona. Dopodiché si andrà avanti, sempre su base volontaria ma su chiamata, dado la precedenza alle categorie di persone più a rischio, o per l’età avanzata o perché svolgono lavori, come nel caso degli insegnanti, che le mettono a contatto con un numero elevato di persone.

Argomenti:

anziani

covid

vaccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *