Cesena, rigettata la querela dell’ex sindaco Paolo Lucchi contro i vertici di “Centro anch’io”

Non luogo a procedere contro Fabrizio Faggiotto e Marco Giangrandi. Lo ha deciso il tribunale di Forlì dopo la denuncia per diffamazione e calunnia presentata nel 2019 dall’ex sindaco Paolo Lucchi nei confronti degli esponenti all’epoca al vertice del comitato “Centro anch’io”. Il casus belli era rappresentato dalle accuse di Giangrandi e Faggiotto all’amministrazione-Lucchi, puntando il dito sui rapporti con Conad legati alla nuova caserma dei carabinieri e all’area commerciale Montefiore. Accuse culminate con due esposti alla Procura e alla Corte dei Conti, entrambi archiviati. Da qui la querela di Lucchi una volta terminato il suo mandato, con l’ex sindaco che chiedeva 100mila euro di risarcimento danni, querela rigettata però dal tribunale, che ha condannato Lucchi al pagamento delle spese processuali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui