Cesena ridiventa la capitale del Cibo di strada

Torna, ridimensionato ma di impatto, dopo un anno di assenza causa Covid, il Festival internazionale del Cibo di Strada di Cesena. Si parte domani (dalle 12 alle 24), e si prosegue sabato (dalle 12 alle 24) e domenica (dalle 12 alle 22) in Piazza della Libertà. Storicamente organizzato organizzato dalla Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena ed Eventi in Itinere, in collaborazione con Comune di Cesena, la manifestazione è nata 21 anni fa e costituisce un appuntamento imperdibile di festa e piacere, gastronomico e di incontro tra culture regionali e nazionali diverse.

Ecco quali sono le delegazioni presenti in Piazza della Libertà con le specialità dei loro territori di provenienza: Argentina con churrasco de angus, empanada criolla, choripan, lomipan; India con pakora, biriani, samosa, chay masala, gulabjamun; Messico con tacos, burritos, guacamole; Perù contamales de chancho, arroz chaufa, lomo saltado, empanadas; Thailandia con pad thai, gyoza, takoyaki. Dall’Italia ci saranno le regioni: Abruzzo con arrosticini di pecora, hamburger di pecora; Campania e la sua pasticceria napoletana con babà, sfogliate; Marche con olive ascolane del Piceno, fritto misto all’ascolana. Dalla Puglia panzerotti, fornello con gnumarieddi, bombette; dalla Sicilia pani ca’ meusa, panelle, arancine di riso, cannoli; Toscana lampredotto bollito, trippa alla fiorentina; Emilia torta fritta e salumi. Dalla Romagna, la Centrale del Latte di Cesena provvede con gelato alla panna, Cesena senza glutine a piadina, pizza, churros e babà, il birrificio MariAlti birre artigianali.

Torneranno, inoltre, gli “Incontri di Gusto”, il ciclo di masterclass e cooking show che sveleranno le origini, la storia e le ricette di alcune delle specialità più amate del Festival. L’accesso agli incontri è gratuito e si conclude sempre con una degustazione della specialità presentata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui