Cesena, Riccardo Tassi confermato presidente di Olidata

Il consiglio di amministrazione neo eletto di Olidata, riunitosi oggi, ha riconfermato la presidenza di Riccardo Tassi. L’imprenditore di Forlì, che ha riportato in Italia, lo storico marchio della società cesenate leader nel settore dell’Information Tecnologhy, resterà in carica per i prossimi tre esercizi, fino all’approvazione, del bilancio al 31 dicembre 2023. “Sono onorato – ha dichiarato Riccardo Tassi – di essere stato riconfermato alla guida di una società, fondata nel 1982 e che ha avuto il primato di essere la prima azienda produttrice di computer in Italia. Sono consapevole della grande responsabilità che comporta guidare una realtà imprenditoriale come Olidata. Il nostro obiettivo oggi è integrare i punti di forza delle società partecipate, rilanciare lo storico marchio e mantenere in Italia l’eccellenza, puntando sull’innovazione e il capitale umano. Oggi, la società, simbolo dell’evoluzione tecnologica si presenta al mercato con una nuova sfida: trasformarsi in un collettore di linee verticali, che sappia offrire al Paese le migliori tecnologie per ogni settore”.
Tassi nel 2014 ha riportato in Italia lo storico marchio Olidata, con un’operazione di acquisizione delle quote detenute dalla taiwanese Acer. L’investitore, dopo il suo insediamento, per salvare la società, che dopo l’acquisizione emergeva un grave stato passivo, ha perfezionato una manovra di ristrutturazione unica per una società quotata. Ha condotto 207 accordi stragiudiziali e mantenuto il personale. Oggi, nel suo piano di risanamento, si pone un altro obiettivo: creare una rete di eccellenza tutta italiana, sviluppando un nuovo modello operativo, capace di coniugare i punti di forza delle società partecipate del gruppo Olidata: dal big data alla difesa, fino alla cyber sicurezza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui