Cesena, retro della stazione osservato speciale del Quartiere

Il presidente del Quartiere Cervese sud prova a stringere un patto di ferro con i residenti, chiedendo di migliorare tutti assieme la vita in una parte della città che – prevede – «con la costruzione del nuovo ospedale e la realizzazione del quartiere Novello è destinata a diventare ancora più frequentata e popolosa». Diego Paglierani si aspetta che «nei prossimi 8-10 anni gli abitanti possano crescere dagli attuali 16.000 a più di 20.000». E con quella prospettiva davanti invita a unire le forze, per migliorare la qualità della vita nel quartiere, iniziando dalle piccole cose. Quelle che alla fine fanno la differenza nella quotidianità tra un territorio trascurato e uno più bello.

In queste settimane la sua attenzione si sta concentrando, per esempio, sull’area sul retro della stazione ferroviaria, quella sul lato Vigne, con l’intenzione di fare da ponte tra cittadini e Comune per sciogliere alcuni nodi che gli sono stati segnalati e che ha toccato con mano. Un guaio che conta di risolvere presto è quello del malfunzionamento dell’ascensore della stazione che viene usato da disabili o comunque persone con limitate capacità motorie. «Ci hanno fatto notare che è spesso fuori uso – afferma Paglierani – L’ho fatto presente al vice sindaco Christian Castorri, che si è interessato immediatamente alla questione. C’è stato un incontro con i tecnici della società comunale “Energie per la città” per programmare un intervento che sistemi le cose una volta per tutte. Nel frattempo, si metterà un cartello per indicare il numero verde da contattare in caso di guasto». È invece dovuto ai vandalismi di alcuni ragazzi il danno ben visibile sull’orologio digitale all’ingresso della stazione sul lato Vigne: «Qualche stupido lo ha spaccato. Presto si provvederà a sistemarlo». Sempre in fatto di decoro, il presidente del Quartiere è infastidito dalla «tante biciclette che vengono lasciate in stazione legandole alla recinzione del sottopasso, nonostante ci sia l’apposita rastrelliera». Lancia perciò un appello a essere più “ordinati”, chiedendo che venga anche messo nero su bianco in un cartello da posizionare sul posto. Un altro cruccio di Paglierani sono «le isole ecologiche che troppo di frequente non vengono usate correttamente, lasciando fuori dai cassonetti molti rifiuti, per esempio in via Trovanelli». Oltre alle «ripetute segnalazioni fatte per intensificare i controlli», lancia un accorato appello a tutti i cittadini perché «ciascuno aiuti a tenere pulito il nostro territorio».

Al di là di questi singoli problemi, il messaggio del presidente del Cervese sud è più a largo raggio: «Il Quartiere è disponibile a farsi portavoce dei bisogni dei residenti. Si rivolgano pure con fiducia a noi, perché è la strada più efficace per migliorare quello che non va, attraverso un dialogo costante tra Comune e Quartiere».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui