CESENA. Resterà in cella in attesa di giudizio il 39enne arrestato lo scorso fine settimana per aver picchiato la fidanzata all’ippodromo di Cesena ed averla poi sequestrata portandola fino in Toscana. È la decisione presa dal Gip di Pisa Giulio Cesare Cipolletta dopo l’udienza di convalida dell’arresto per i fatti che hanno coinvolto in rapida sequenza il commissariato di polizia di Cesena del primo dirigente Nicola Vitale e la squadra mobile di Pisa.
Difeso dall’avvocato Marco Meoli (in aula non era presente fisicamente il pm Aldo Mantovani che ha depositato in cancelleria le proprie conclusioni) il 39enne non ha ascoltato i consigli del proprio legale di avvalersi della facoltà di non rispondere.
Ha reso spontanee dichiarazioni che non sono entrate in alcun modo nel merito delle accuse. Ma nelle quali ha semplicemente ripercorso il rapporto affettivo con la fidanzata.
Il Gip di Pisa ha dunque deciso che l’uomo debba restare in cella in attesa di giudizio. Difficilmente però il processo sarà incardinato a Pisa, come da eccezioni sollevate dalla difesa del 39enne. I reati contestati si suddividono quasi equamente in tre fasi. Il sequestro di persona, che si è configurato a Cesena quando l’uomo ha costretto con la forza la donna a salire sul caravan per rientrare in Toscana dopo averla picchiata ed averle impedito di chiedere aiuto al 113.
Le lesioni gravi che si sono consumate anche durante il viaggio e che sono sfociate nell’arresto a Pisa, ad opera degli uomini del Mobile comandati dal vicequestore aggiunto Fabrizio Valerio Nocita. In denuncia poi la donna ha raccontato una serie di eventi che hanno acceso l’accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati. È questa l’ipotesi più grave dal punto di vista delle pene potenziali. Si tratta di vicende quasi totalmente svoltesi tra le mura domestiche ed il perimetro del maneggio che l’uomo frequenta nella zona di Livorno. In quel tribunale dunque entro una ventina di giorni sarà ratificato il provvedimento del Gip Cipolletta ed è lì che si terrà il futuro processo per i vari fatti.

Argomenti:

arrestato

botte

ippodromo del Savio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *