Cesena: presentata la soluzione chirurgia alla diastasi dei retti

Al Bufalini di Cesena si è tenuto il primo convegno su “La diastasi dei muscoli retti: una patologia misconosciuta”. Obiettivo del corso la definizione del problema anatomico e l’indicazione chirurgica. La diastasi dei retti consiste nella separazione eccessiva della parte destra dalla parte sinistra del muscolo retto addominale, le quali si allargano, allontanandosi della linea mediana. Quest’ultima è formata da tessuto poco elastico ma molto resistente che, se da una parte rende molto difficile la sua rottura, dall’altra, quando questa avviene, non permette di tornare facilmente alle sue condizioni iniziali. La diastasi addominale è una conseguenza principalmente della gravidanza. Sono colpiti con minore incidenza anche uomini e sportivi. A presiedere il convegno Fausto Catena, primario di Chirurgia generale e d’urgenza del Bufalini, Patrizio Antonazzo, primario di Ginecologia ed Ostetricia e Vanni Agnoletti primario di Anestesia e Rianimazione. La direzione scientifica è stata affidata a Alessandro Palladino, dirigente medico della Chirurgia Generale. Nella gravidanza, la causa è dovuta allo stiramento del muscolo retto addominale, operato dall’interno, dall’utero in continuo accrescimento. Sia la pressione interna del feto che l’assetto di un nuovo equilibrio ormonale, favoriscono l’assottigliamento dei tessuti connettivi. Talvolta avviene anche negli uomini e sportivi. Si ripercuote su quell’insieme di muscoli che governano il pavimento pelvico e al contempo danno stabilità alla colonna vertebrale. Difatti, disfunzione dà sintomi che va dal semplice mal di schiena alla vera e propria incontinenza (sintomi spesso sottovalutati). Innovativo è l’intervento che viene effettuato al Bufalini con tecnica Tht, un intervento chirurgico laparoscopico, che consiste nella riparazione del difetto di parete attraverso una piccola incisione ombelicale. Dando così al paziente tutti i benefici della mini invasività, la rapida ripresa, la bassa percentuale di recidiva, ottimi risultati estetici, con riduzione dei tempi di degenza.

An. Lo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui