Cesena, presentata l’ultima variazione di bilancio dell’anno

Sarà l’ottava e ultima variazione al bilancio quella su cui dovrà esprimersi nella prossima seduta il Consiglio comunale e che l’assessore Camillo Acerbi ha presentato alla Commissione 1 lunedì. Si tratta di una variazione che risponde più che altro all’esigenza di assestamento finale del bilancio, «spostando importi, a volte anche piccoli, da capitoli in cui si sono generate economie ad altri in cui si sono generati invece costi nuovi o superiori al previsto».

I nuovi progetti

Sono pochi i nuovi progetti che entrano nel bilancio grazie a questa variazione. Tra questi l’hub di Sant’Egidio, che sarà realizzato sul modello di quello di Borello, a cui sono destinati 90.000 euro in precedenza previsti per opere di manutenzione straordinaria della Biblioteca Malatestiana e a cui se ne aggiungono 11.500 per l’acquisto di attrezzatura hardware (finanziata con avanzo di bilancio). Grazie a un contributo regionale (19.750 euro) e all’utilizzo di risorse dall’avanzo di bilancio vengono acquistate attrezzature tecnologiche per la biblioteca per un investimento complessivo di 40.300 euro. Tra i nuovi progetti figura anche la realizzazione di cancelli di chiusura per la corte del liceo Monti, che il Comune realizza per conto della Provincia che stanzia 95.000 euro. Tra le entrate, lato conto capitale del bilancio, c’è anche lo stanziamento di ulteriori 1 milione di euro il progetto Pnrr di riqualificazione della Stazione. «Si tratta di un budget ulteriore che abbiamo ottenuto dallo Stato a copertura degli aumentati costi».

Le entrate in aumento

«L’importo complessivo della variazione per la parte corrente è di 600.000 euro – ha spiegato Acerbi -, tra le nuove risorse 100.000 euro vengono dall’avanzo e si tratta di uno degli ultimi utilizzi dell’anno di questa risorsa». Con questa variazione il Comune recepisce anche 300.000 euro, ultima tranche del ristoro statale per l’aumento dei costi dell’energia. Tra le entrate in aumento rispetto alle previsioni ci sono anche 80.000 euro di addizionale Irpef, «dato che racconta non solo la tenuta, ma anzi un lieve aumento dei redditi». In crescita anche le risorse da imposta di soggiorno: basata sui dati reali la stima viene aumentata di 30.000 euro rispetto a quanto ipotizzato a inizio anno, portando a 215.000 euro gli incassi annui previsti, «stiamo tornando ai livelli pre-pandemia».

Le voci più corpose

Tra le voci più corpose ci sono i 187.000 euro in uscita riferiti al settore mobilità e ambiente che completano il contributo consortile che come ogni anno il Comune riconosce a Amr per il servizio di trasporto pubblico. Sono un trasferimento dalla Regione i 93.500 euro per l’eliminazione delle barriere architettoniche a cui corrisponde uguale stanziamento in un bando rivolto ai privati. Ci sono 200.000 euro che il Comune trasferisce all’Unione dei Comuni a saldo della quota per il Fondo di solidarietà comunale per il Sociale. Sono invece frutto di un contributo dalla Regione i 12.000 euro che ottiene il Comune a copertura degli interventi messi in atto per l’accoglienza dei profughi ucraini minorenni. Con l’inizio del nuovo anno scolastico si è reso necessario stanziare ulteriori 186.000 euro per l’assistenza di alunni con handicap. È stato infine possibile finanziare con altri 10.000 euro il bando contributi per le imprese innovative.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui