Cesena, prescrizione rifiutata: poliziotti accusati di aggressione assolti in Appello

Hanno rifiutato la prescrizione. Sono stati dunque assolti nel merito dalla Prima Sezione della corte d’Appello di Bologna i tre poliziotti del Commissariato di Cesena che un cesenate accusava di percosse durante un controllo ad un posto di blocco notturno. La vicenda è annosa: l’assoluzione nell’unico dei procedimenti che li aveva visti condannati in primo grado è arrivata dopo quasi 12 anni.

Marco Pieri, Giancarlo Tizi e Christian Foschi (difesi dagli avvocati avvocato Marco Martines, Eugenio Pini e Riccardo Luzi): sono stati assolti perché il fatto non sussiste e perché non costituisce reato.
In primo grado, nel 2015, gli agenti vennero condannati a 4 mesi e 3.000 euro di risarcimento (pena sospesa) per le accuse che gli aveva lanciato l’allora barista cesenate Filippo Narducci. Vicenda che ebbe un’eco mediatica nazionale per servizi messi in onda dalla trasmissione tv “Le Iene”.
Sul piatto c’era in particolar modo un “video” che era stato registrato dalle telecamere di sicurezza del Bar Notturno, luogo nel cui piazzale avvenne il controllo. Immagini che anche i giudici d’Appello hanno riconosciuto non idonee a spiegare l’accaduto, così come le perizie della difesa avevano sempre evidenziato.

“É un ottimo risultato processuale – dettaglia alla lettura della sentenza l’avvocato Eugenio Pini del collegio difensivo dei poliziotti assolti – Perché la corte di Bologna ha accolto i rilievi difensivi formulati riconoscendo l’estraneità dei miei assistiti”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui