Cesena prepara tre spazi all’aperto per gli eventi estivi

In questi tempi cupi, tra echi della guerra in Ucraina e strascichi del Covid, c’è voglia di svago e il Comune apparecchia la tavola per gli eventi estivi, preparando tre dei principali spazi dove si svolgeranno a partire da inizio giugno. Uno dei primi pensieri è rivolto al cinema sotto le stelle nell’arena del San Biagio. Saranno 588 i posti a sedere che saranno predisposti per la visione dei film nell’area all’aperto in via Serraglio, che la scorsa estate fu data in mano ai tre cinema cittadini (“Eliseo” nel ruolo di capofila, “Aladdin” e “Astra”). Fu un’esperienza positiva, che totalizzò 5.900 spettatori nei 63 appuntamenti che furono messi in calendario. In attesa di definire le modalità di gestione per la nuova stagione alle porte, è emersa la necessità di fare un piccolo investimento per disporre di un adeguato apparato tecnico per le proiezioni. Un crossover per la diffusione e l’ottimizzazione dell’audio, collocato all’interno della cabina di regia, non funziona più. Questo comprometterebbe la qualità del suono. Perciò è necessario acquistarne uno nuovo. Per questa sostituzione il Comune ha deciso di rivolgersi alla ditta “Radio Sata Tre” di via Plauto. Il costo pattuito è di 700 euro.

Per la rocca, che ospiterà eventi musicali, la convenzione con i gestori dell’associazione “Jazzlife”, che scadrà a fine ottobre, prevede l’onere a carico del Comune di montare un palco di 10 metri per 12, ovviamente munito di tutte le certificazioni di sicurezza. Anche qui è emersa però l’esigenza di fare un piccolo intervento. Le assi di legno della pavimentazione del palco sono rovinate e quindi vanno rimpiazzate. La spesa prevista è di oltre 11.000 euro e include un rivestimento con moquette, oltre alle operazioni di allestimento. È stato tutto affidato all’impresa gambettolese “Hakuna Matata di Bertaccini Thomas”.

Un’altra location importante e affascinante che sta per essere preparata a puntino per le iniziative che ospiterà è il chiostro di San Francesco accanto alla Biblioteca Malatestiana. Qui servono servizi di facchinaggio e trasloco per mettere a disposizione del pubblico 450 posti a sedere, allestire il palco, posizionare le strutture per le proiezioni e poi va costruito il basamento per il palcoscenico (la realizzazione di questa specifica opera è stata affidata alla ditta Antonini di Sarsina, per poco più di 1.000 euro di spesa) e va garantito il service audio-luci-video.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui