Cesena, la polizia arresta uno spacciatore

Cesena, la polizia arresta uno spacciatore

Lunedì sera (25 novembre) una volante del Commissariato di Cesena nella zona intorno allo stadio ha notato una “Lancia Y”, con a bordo due individui, che li ha insospettiti per la velocità molto ridotta, Gli agenti hanno deciso di controllare la vettura e gli occupanti, due giovani di Cesena del 2000 e del 1995: dagli archivi della polizia il conducente del veicolo risultava avere segnalazione come consumatore di stupefacente mentre il passeggero risultava gravato da precedenti per detenzione a fini di spaccio di sostanze droganti.

Gli agenti decidevano di procedere ad una più accurata verifica che permetteva di accertare il possesso da parte di uno di due involucri di plastica contenente marijuana per un totale di circa 3 grammi che lo stesso celava nella tasca dei pantaloni.

I rapidi accertamenti svolti dai poliziotti permettevano di acclarare che la droga in realtà era destinata allo spaccio in favore del passeggero. Solo la scaltrezza e tempestività degli agenti ha evitato che la cessione avesse luogo; infatti, proprio mentre stava avvenendo lo scambio tra compratore ed acquirente, all’interno dell’autovettura, i due si sono accorti dell’arrivo alle loro spalle della volante con i lampeggianti in funzione, tanto che il possessore non potendosene disfare in altro modo,ha nascosto la marijuana nelle proprie tasche sperando di sfuggire alla verifica dei poliziotti.

La successiva perquisizione svolta presso l’abitazione ha permesso di trovare materiale per il confezionamento della droga della stessa specie di quello usato per impacchettare le due dosi già precedentemente sequestrate, nonché un bilancino di precisione ed altro stupefacente sempre di tipo marijuana per ulteriori grammi 31,24.

Gli elementi raccolti dagli agenti hanno permesso di procedere all’arresto in flagranza di reato di uno dei due per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Il Pubblico Ministero di turno, Claudio Santangelo. ha disposto gli arresti domiciliari presso la sua abitazione in attesa dell’udienza di convalida la mattina successiva presso il Tribunale di Forlì.

L’arresto è stato convalidato, ed in attesa del processo, il giovane è stato rimesso in libertà.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *