Cesena, poetessa 77enne a “Italia’s got talent” contro la violenza

Non è mai troppo tardi per mettersi in gioco. E anche a 77 anni lo si può fare sotto le luci dei riflettori, in uno studio televisivo a Cinecittà, senza mai essere stati prima in tv. Non è neppure mai troppo tardi per fare capire, anzi sentire, che la poesia è qualcosa di meravigliosamente intenso e vivo. Infine, non è mai troppo tardi per parlare di amore, ma anche di quello che è l’esatto contrario. La cesenate Maria Grazia Medri, insegnante in pensione, anima segnata dalla sofferenza ma anche traboccante di creatività, ha dimostrato tutto questo esibendosi nel popolare programma “Italia’s got talent”. Precisamente, è stata una delle protagoniste della quarta puntata del talent show, andata in onda il 17 febbraio su Tv8, con la conduzione di Lodovica Comello. Ha letto davanti a milioni di telespettatori due delle innumerevoli poesie che ha scritto: “Per amore di donna” e “Nostalgie”. La sua performance è stata valutata dalla giuria formata da Frank Matano, Mara Maionchi, Federica Pellegrini e Joe Bastianich e tutti l’hanno promossa, non solo con quattro “sì” ma spendendo parole di ammirazione per il suo coraggio e la sua sensibilità. Doti che le sono valse anche applausi scroscianti del pubblico. Sul suo rapporto con la poesia, dopo avere spiegato che la prima l’ha scritta «durante un laboratorio di ceramica», Medri ha confidato: «Quando scrivo, mi sento meglio, mi sento anche libera. La poesia per me è una specie di catarsi per far venire fuori il dolore che ho provato e che ho ancora dentro di me». Proprio quell’aspetto si è rivelato di grande impatto durante la performance televisiva, che ha fatto trasparire in modo forte uno slancio verso l’amore ma anche la crudezza della degenerazione di quel sentimento nella violenza. C’è molto di vissuto nei versi declamati dalla 77enne cesenate. E a evidenziarlo ha contribuito anche la ripresa finale delle telecamere del talent show, con un’inquadraturafocalizzata sulle scarpine rosse che Maria Grazia ha calzato, simbolo della ribellione alla violenza contro le donne.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui