Cesena, nuovo look per la stazione: via al concorso per la progettazione

“Prossima stazione Cesena”. È questo il nome del concorso di progettazione che l’Amministrazione comunale di Cesena promuove per ripensare gli spazi pubblici dalla stazione alla città. Il bando uscirà entro fine giugno. “L’area della stazione – commenta l’assessora alla Rigenerazione urbana Cristina Mazzoni – è strategica per la nostra città per diverse ragioni: è una cerniera tra la ferrovia e la città, si attesta in prossimità del centro storico, connette i quartieri a nord e a sud della stazione e diventerà un hub intermodale con la Velostazione e la nuova Stazione delle autocorriere. Si tratta di un’area densa di funzioni collettive esistenti, come quelle delle tante scuole presenti, e altre di futuro insediamento, si pensi a CesenaLab e al Centro per l’Impiego. Intorno alla stazione poi gravitano numerosi contenitori e spazi dismessi da rigenerare individuati dal Piano Urbanistico Generale – come le aree incompiute dell’ex area Europa e diversi edifici che per varie ragioni si prestano ad operazioni di riuso e potranno fattivamente spingere la rigenerazione di questa parte di città”.

L’assessora Cristina Mazzoni

Il concorso avrà come oggetto il complesso sistema di spazi pubblici che dalla stazione si estendono verso il centro storico, rispetto ai quali l’obiettivo dell’Amministrazione è duplice: da un lato si vuole dare continuità al Piano Urbanistico Generale e al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile identificando col concorso un master plan strategico di tutta l’area, che possa fungere da strumento guida per l’innesco e l’avvio di altri progetti e processi di rigenerazione urbana, anche degli spazi privati, e definire una visione di insieme sui temi della mobilità e dei sistemi di trasporto pubblico che sulla stazione insistono; dall’altro si intende arrivare a un progetto realizzabile e cantierabile di grande qualità urbana, ambientale, sociale e climatica grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che l’Amministrazione ha acquisto su questa area strategica per 10 milioni di euro.

“Abbiamo individuato lo strumento del concorso – prosegue l’assessora – proprio per la complessità dei temi da approfondire e per le alte aspettative che amministrazione e comunità hanno espresso su questa area in molteplici occasioni. I processi del Pug e del Pums, le attività di coprogettazione sviluppate anche nell’ambito di progetti europei come Kairòs, alcuni percorsi dedicati alle scuole e ai ragazzi, organizzati con l’Ufficio Giovani e con l’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona del Distretto Cesena Valle Savio, ci parlano di un’area complessa con un ampio ventaglio di tematiche da affrontare. Quando parliamo di stazione infatti si toccano temi di natura urbanistica, logistica, paesaggistica, ambientale e climatica, ma anche di sicurezza e di inclusione sociale. Ecco che per garantire alla città un sistema di spazi pubblici di elevatissima qualità e di grande attrattività urbana il concorso ci è sembrato lo strumento adatto”.

Il concorso – aperto ad equipe transdisciplinari formate da urbanisti, architetti, ingegneri, paesaggisti, agronomi ed esperti di mobilità – premierà le migliori proposte in grado di lavorare sulla dimensione urbana e strategica, sulla vivibilità, l’attrattività e la sicurezza dello spazio pubblico e sulla misurabilità degli impatti ambientali affrontati attraverso misure di adattamento climatico. Al vincitore del concorso sarà affidato l’incarico di progettazione del primo stralcio delle opere finanziate con le risorse del Pnrr. Per questa ragione la proposta del concorso è stata condivisa con gli Ordini professionali degli Architetti e degli Ingegneri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui