Cesena, nido a Bora da settembre: firme e traguardo vicino

Traguardo in vista per l’attivazione di un servizio molto atteso, chiesto da anni da numerose famiglie: l’apertura di un nido a Bora. Ieri, per ribadire questa esigenza, sono state consegnate all’assessora ai Servizi all’infanzia del Comune di Cesena, Carmelina Labruzzo, una ventina di firme raccolte su iniziativa di una giovane madre, Roberta Cristaudo. A questo punto, vista l’intenzione dell’amministrazione comunale di andare in quella direzione, la strada sembra spianata: a partire dal prossimo mese di settembre, 14 bimbi e bimbe dai 12 ai 36 mesi d’età dovrebbero trovare posto in una nuova sezione all’interno del complesso scolastico che da 8 anni ospita già la materna. Avranno la priorità i piccoli che risiedono nelle frazioni cesenati di Borello, San Carlo e San Vittore o nel territorio comunale di Mercato Saraceno.

«Intravediamo finalmente il traguardo vicino – commenta Enrico Rossi, consigliere comunale del Pd, che abita a Borello e si è impegnato a fondo per concretizzare questo progetto – C’è la concreta possibilità di garantire il servizio fin dal prossimo mese di settembre. Sarebbe la conclusione di una lunga maratona durata anni e un grande risultato per la comunità di Borello e Bora, dando una risposta alle famiglie di due comuni, quelli di Cesena e di Mercato Saraceno, che si sono dimostrati più che mai uniti per il raggiungimento di questo obiettivo».

Francesca Tombetti, consigliera comunale sempre del gruppo Pd, sottolinea il valore del nuovo servizio che si intravede all’orizzonte: «Riteniamo l’asilo nido, inteso come servizio socio-educativo e come sostegno alle famiglie, un luogo insostituibile per la crescita e lo sviluppo del bambino. È un luogo in cui si incontrano le esigenze delle famiglie di lavoratori e quelle educative. Abbiamo riscoperto, da un anno a questa parte, quanto sia essenziale questo servizio anche per la tutela della madre lavoratrice, ruolo che è sempre il primo ad essere colpito».

Le iscrizioni saranno aperte a partire da domani. I posti disponibili sono 14 e se le domande saranno di più si stilerà una graduatoria, dando la precedenza a chi vive in zona: le sole località di Borello e Bora contano complessivamente circa 3.500 residenti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui