Cesena, mercato ortofrutticolo: progetto da 7 milioni col Pnrr, approvato lo studio di fattibilità

Novità in vista per uno dei simboli dell’atività produttiva di Cesena. Ampliamento e riorganizzazione dei servizi logistici attraverso la climatizzazione della struttura e dei servizi, della digitalizzazione dei processi e miglioramento dell’efficienza e dell’impatto ambientale della struttura. È stato approvato dalla Giunta comunale lo studio di fattibilità inerente ad alcuni interventi importanti e strategici da effettuare sul complesso del Mercato Ortofrutticolo di Cesena.

Con questa approvazione, la società concessionaria FOR Spa potrà candidare il progetto, di un valore economico di 7 milioni di euro, al bando pubblico per lo sviluppo della logistica agroalimentare tramite il miglioramento della capacità logistica dei mercati agroalimentari all’ingrosso, indetto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nell’ambito dei finanziamenti del PNNR, Investimento 2.1 “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo” – Missione 2 – “Rivoluzione verde e transizione ecologica” – Componente 1 “Agricoltura sostenibile ed economia circolare”.

Digitalizzazione e climatizzazione

A questo proposito, lo studio di fattibilità prevede l’efficientamento e la digitalizzazione della centrale frigo a servizio della piattaforma logistica climatizzata e delle celle frigo a servizio del mercato, e la climatizzazione della galleria attraverso un intervento che prevede la chiusura e la coibentazione della galleria di commercializzazione ed eventualmente delle tettoie di carico, con l’istallazione di sistemi di climatizzazione e macchine per il trattamento dell’aria. Questo intervento consentirà di poter operare in quasi tutta la struttura mercatale coperta in un ambiente più confortevole sia per gli operatori che per il prodotto in caso di condizioni atmosferiche estreme, andando quindi a mitigare le temperature invernali ed estive. Ulteriori interventi riguarderanno l’implementazione di un sistema di digitalizzazione delle operazioni logistiche che oggi si svolgono in modo tradizionale all’interno del mercato. Attraverso dei rilevatori a RF la merce in partenza e in movimentazione sarà in grado di dialogare con gli operatori che la devono caricare o movimentare. Assieme a questo sistema saranno predisposti una serie di altre attrezzature per gli acquirenti che potranno, attraverso lettori barcode, selezionare la merce (acquistare) e il sistema genererà in automatico i documenti logistici e volendo fiscali. Sarà inoltre realizzato un fotovoltaico a supporto del sistema di climatizzazione di quasi 500 kW con un sistema di accumulo da 180 kW.

“Il Comune di Cesena – si legge in una nota dell’amministrazione comunale – e la società concessionaria FOR Spa, con l’Amministratore unico Alessandro Giunchi, guardano al futuro del Mercato Ortofrutticolo e alla sua competitività a livello regionale ma anche europeo. Investendo nello sviluppo di questo polo strategico del territorio, anche alla luce delle nuove sfide che il settore ha davanti, è indispensabile lavorare a un progetto di riqualificazione e rilancio del Mercato Ortofrutticolo, che non solo consentirà di raggiungere il fatturato previsto per il suo mantenimento, ma che permetterà di svolgere un’attività maggiormente rispondente alle nuove esigenze di utilità pubblica, che richiedono di affrontare nuove sfide per supportare i produttori e le aziende locali, per fornire loro adeguati servizi di logistica, per adeguare gli ambienti in un’ottica di maggiore fruibilità ed efficienza e quindi per consentire alla società di ricoprire un ruolo determinante a favore dello sviluppo economico del territorio.

Il bando pubblico finanzierà progetti riconducibili a interventi di efficientamento e miglioramento della capacità commerciale e logistica, ad esempio attraverso interventi volti a migliorare la capacità di immagazzinaggio, stoccaggio e trasformazione delle materie prime, preservare la differenziazione dei prodotti per qualità, sostenibilità, tracciabilità e caratteristiche produttive; riduzione degli impatti ambientali attraverso interventi di riqualificazione energetica o comunque in grado di ridurre l’impatto ambientale delle attività di commercio e di incrementare la sostenibilità dei prodotti commerciati; riduzione degli sprechi alimentari attraverso, ad esempio, il rafforzamento dei controlli merceologici e la distribuzione delle eccedenze alimentari; rifunzionalizzazione, ampliamento, ristrutturazione e digitalizzazione di aree, spazi e immobili connessi alle attività e ai processi logistici delle aree mercatali; miglioramento dell’accessibilità ai servizi hub e rafforzamento della sicurezza delle infrastrutture mercatali anche mediante l’utilizzo di tecnologie innovative e a zero emissioni”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui