Cesena, martedì “Parole eretiche” per festeggiare il compleanno di “Ipazia liberedonne”

Era l’8 febbraio 2019 quando un gruppo autoconvocato di 12 donne si incontrava al Foro annonario per decidere di agire insieme in difesa dei diritti delle donne conquistati dalle generazioni precedenti, per combattere il patriarcato e lottare per una società più equa ed inclusiva.
Nasceva così “Ipazia liberedonne”, un’associazione di promozione sociale, femminile e femminista, intergenerazionale che ora conta 95 socie, dai 25 ai 70 anni.
Da allora sono trascorsi 3 anni in cui socie e amiche hanno coinvolto, con determinazione e passione, donne e uomini organizzando iniziative di sensibilizzazioni, momenti di scambio e condivisione, nonché di protesta.

Tanti i temi affrontati in questi tre anni.

  • La difesa dei diritti civili e, in primis, la legge sull’interruzione volontaria di gravidanza sempre sotto attacco, anche attraverso l’obiezione di coscienza del personale sanitario, lo stigma e la colpevolizzazione delle donne che vi accedono. Ne sono un esempio l’accordo tra Ausl Romagna e Diocesi di Sarsona-Cesenaper il seppellimento dei feti, l’elevatissimo numero di ostetriche obiettrici di coscienza nel Consultorio di Cesena, la scarsa proposta alle scuole di incontri sull’educazione sessuale e all’affettività.
  • Diversi gli incontri con le Istituzioni preposte su questi temi che hanno portato ad alcuni miglioramenti dei servizi offerti.
  • La sensibilizzazione sui temi della violenza contro le donne e i femminicidi, frutto di una cultura maschilista che permea la nostra società, dove ancora è molto diffuso un senso di proprietà e di dominio degli uomini sulle donne.
  • La difesa dei diritti sociali quali il lavoro, che in questi anni di pandemia ha penalizzato ancora di più le donne, in particolare le lavoratrici madri.

Tra le iniziative culturali tante presentazione di libri, spettacoli teatrali e l’attivazione di un gruppo di lettura “Le Libranti” che si incontra con cadenza mensile.
Non sono mancate le iniziative di solidarietà alle donne iraniane e afgane private dei più elementari diritti umani.

“Per il 2022 – si legge in una nota – stiamo preparando un bel programma di iniziative e incontri, sperando che il Covid sia benevolo. Ne parleremo presto. Invitiamo socie, amiche, amici a festeggiare con noi questo terzo compleanno l’8 febbraio e a sostenere attivamente le nostre battaglie. Ci troviamo martedì 8 febbraio al bar Zampanó alle 19 con un aperitivo conviviale, seguito alle 20,30 dal reading “Parole eretiche” dove proporremo letture da: Carla Lonzi, Valerie Solanas, Sylvia Plath, Giulia Zollino.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui