Cesena, “Mamma è morta”: messaggio dalla guerra del padre ai figli dopo l’incidente in A14

In ricordo di Tatiana, la donna morta in A14 domenica mattina, a causa dell’incidente del pullman con cui stava scappando dall’Ucraina, ma soprattutto a supporto dei suoi figli di 11 e 5 anni, la comunità ucraina di Forlì e di Cesena si è mobilitata con una raccolta fondi. Oggi i bambini dovrebbero poter lasciare il reparto di Pediatria, dove avevano trovato riparo e cure dopo l’incidente. Raggiungeranno la nonna, la madre di Tatiana che lavora a Pesaro. La stavano raggiungendo e nel frattempo è riuscita a trovare una casa in cui trasferirsi insieme ai nipoti. La Pediatria di Cesena li ha accolti e protetti in questi primi giorni. Ed è qui che, insieme agli specialisti del Bufalini, al parroco don Vasyl e al padre videocollegato dall’Ucraina, dove è dovuto rimanere a combattere, hanno spiegato loro che la loro mamma non è sopravvissuta all’incidente. «Il bambino più grande aveva già capito – racconta don Vasyl, parroco della comunità ucraina greco-cattolica – Ha 11 anni e si era reso conto dall’inizio della gravità della situazione, e quindi glielo abbiamo detto un po’ prima. Martedì mattina il padre lo ha detto anche alla sorellina, che ha invece solo 5 anni».

L’incidente

Tatiana Mujlan aveva 32 anni ed è morta alle 6.20 di domenica, un chilometro dopo il casello autostradale di Villachiaviche. Era partita insieme ai figli dalla città di Chmel’nyc’kyj, nella parte centrale dell’Ucraina. Probabilmente un colpo di sonno dell’autista (questa l’ipotesi degli inquirenti) ha fatto sbandare il pullman su cui viaggiavano, che si è ribaltato su un fianco. L’impatto è stato fatale per Tatiana Mujlan, il cui corpo, probabilmente sbalzato fuori per la rottura di un finestrino, è rimasto schiacciato sotto il mezzo.

La raccolta fondi

Fin dalle prime ore dopo la tragedia, la comunità ucraina si è attivata per sostenere la famiglia di Tatiana. «Abbiamo organizzato una prima raccolta fondi e domenica, dopo la liturgia, abbiamo raccolto 1.000 euro, che abbiamo fatto avere alla nonna». Chi vuole aiutare i figli di Tatiana può donare al conto corrente intestato alla loro nonna Dina Mulyar (Iban IT77C3608105138291330391343).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui