Cesena, maestro pedofilo: sentite le 4 bambine molestate nei bagni

Violenza sessuale da parte di un maestro alle alunne di quinta elementare: le vittime delle morbose attenzioni del quarantenne sono state tutte ascoltate per “congelare” tra gli atti d’indagine il ricordo della terrificante esperienza vissuta. Sono almeno quattro le ragazzine di 10 anni che frequentavano una stessa classe 5ª elementare a essere state prese di mira dal “maestro mostro”. E sono quattro anchele famiglie che hanno sporto denuncia. Lealunne hanno raccontato i fatti ai propri genitori e alla polizia, separatamente e in forma protetta, con la presenza anche di specialisti di psicologia infantile, e tutti i racconti sono tremendamente simili. Oltre che per accertarsi che non si trattasse di suggestioni, gli interrogatori di testimonianza erano finalizzati a lasciare nelle mani dei giudici che si dovranno occupare della torbida vicenda una visione dei fatti che sia il meno possibile condizionata dalla perdita dei ricordi. Il tempo che passa può infatti creare confusione negli adulti, figuriamoci in bambine di appena 10 anni. Il maestro, da quanto era comunque già stato denunciato alla polizia dalle famiglie, approfittava di momenti in cui era possibile staccarsi dal resto della classe per accompagnare in bagno (singolarmente, mai assieme) alcune delle baby-studentesse. Qui venivano prese di mira con palpeggiamenti anche nelle parti intime sulle quali si concentravano le sue torbide attenzioni. Quelli che stanno emergendo sono atti inquadrabili nel reato di “violenza sessuale”. Sicuramente aggravata da tre circostanze: sono stati compiuti ai danni di persone minori di anni 14; sono avvenuti all’interno o nelle immediate vicinanze di un istituto d’istruzione o di formazione frequentato dalle persone offesa; risultano commessi da una persona nell’esercizio della sua autorità di direzione o di vigilanza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui