Cesena, lo storico Jolly è pronto a rinascere dopo 19 anni

Mentre riaprono i luoghi della cultura, rimasti fermi a lungo a causa delle restrizioni dovute alle misure per contenere la diffusione del Covid-19, anche il teatro “Jolly” si prepara a fare il suo debutto, ma in questo caso si tratta di una riapertura dopo quasi 19 anni di chiusura.

A rilanciare questi spazi, ripristinandone la natura di luogo del teatro, sono “World wide theatre”, start-up innovativa, e “Tade aps”, con l’intento di fare dei locali accanto all’Istituto Lugaresi un centro di produzione e registrazione professionale, oltre che un polo teatrale formativo e performativo. Per l’inaugurazione ufficiale bisognerà attendere la seconda metà di giugno, ma nel frattempo partono le prime attività.

Un test è già fissato per sabato, alle 19.45, con una serata “Open mic” a ingresso libero (previa associazione a “Tade aps”). In calendario ci sono già 4 workshop teatrali a cui faranno seguito altrettanti spettacoli degli artisti che condurranno i corsi. La formula è la medesima per tutti e 4 gli appuntamenti: laboratorio dalle 15 alle 18 e alle 19.45 lo spettacolo aperto al pubblico (purché associato a “Tade aps”, tenuto dal docente del corso, quest’ultimo aperto al pubblico. «Lo scopo di questo tipo di formula – spiega Stefano Campagnolo – è prima di tutto trascorrere una giornata insieme».

Si comincia sabato 5 giugno con il workshop “Stand up & comedy” tenuto da Alessandro Ciacci, che si esibirà in serata nello spettacolo “Sblighésss!”. Sabato 19 giugno ci sarà il corso “Verba volant teatro manent” con Giulia Nervi che alle 19.45 sarà sul palco con “Divagazioni ukulelistiche di una single sull’orlo di una crisi di Nervi”. Sabato 3 luglio Daniele Raco terrà il laboratorio “Gang Bang Comedy” e in serata si esibirà nello spettacolo “All you can hit”. Ultimo appuntamento in programma è quello di sabato 17 luglio con “Oltre le battute c’è di più” condotto da Laura Formenti che alle 19.45 salirà sul palco con il suo “Brava (per essere un pugile)”. Per informazioni e costi, 347-9197627 o tadeaps@gmail.com.

«Appena ce ne sarà la possibilità – aggiunge Campagnolo – allestiremo il “Jolly” come un club, con i tavolini in platea. L’idea è di farne un live club dove prima degli spettacoli è possibile fare l’aperitivo o cenare».

Tra gli appuntamenti che presto saranno messi a calendario ci sono anche i saggi conclusivi dei tre corsi che si sono tenuti online nei mesi scorsi: quello di “Poetry lab”, tenuto da Lorenzo Bartolini su scrittura poetica e canzoni; il “Comedy lab” sulla scrittura comica, tenuto da Alessandro Ciacci; “Telling lab” sul teatro di narrazione tenuto da Antonio Salerno.

«Questi primi appuntamenti – conclude Campagnolo – Per noi sono importanti, anche perché ci permettono di costituire un primo gruppo di appassionati, che ci piacerebbe accompagnare non solo attraverso la proposta formativa ma dando anche loro l’opportunità di vivere l’esperienza della messa in scena».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui