Cesena, lo storico bar “Tazza d’oro” si sposta nella piazza nuova

“La Tazza d’oro”, storico bar sotto il porticato lungo corso Mazzini, si prepara a trasferirsi. Andrà ad occupare gli spazi lasciati vuoti dalla gioielleria dall’altra parte della strada, con affaccio, oltre che sulla stessa via dove si trova ora, sulla rinnovata piazza Almerici. I lavori per trasformare i locali della nota ex gioielleria in un bar nuovo di zecca sono appena cominciati. «Puntiamo a rinnovare e rilanciare il progetto», spiega Bryan, attuale gestore della “Tazza d’oro”. Il bar, che esiste a Cesena da una sessantina di anni, strada facendo si è ridimensionato. Già da una ventina di anni il laboratorio di pasticceria non c’è più, nonostante l’insegna in marmo, rimasta al suo posto sotto il portico, ancora testimoni quel passato.

Rilanciare e rinnovare

«In ogni città c’è una “Tazza d’oro” e l’idea è quella di rilanciare il progetto. Gli spazi più ampi ci daranno la possibilità di innovare l’offerta, aggiungendo qualche piatto». La madre Marijke, da cui ha ereditato la gestione del bar, e il fratello gestiscono “Home”, ristorante e bar nella zona industriale di Pievesestina. Tutti e tre fanno parte della stessa società, che gestisce anche il bar, e il suo trasferimento nel nuovo locale diventerà anche l’occasione per introdurre qualche piatto di quelli che prepara il fratello. «C’è anche dello studio dietro», spiega ancora Bryan, raccontando come evolverà il progetto “Tazza d’oro”: «Sia io che la mia dipendente parteciperemo a breve a un nuovo corso di caffetteria. In passato ho approfondito il mondo del vino e della cocktelleria. L’intenzione è quella di mettere insieme un’offerta nuova per Cesena, in una piazza nuova».

La nuova piazza

L’intervento di riqualificazione di piazza Almerici è uno stimolo. La versione rinnovata piace e Bryan ha tutta l’intenzione di dare il suo contributo per animarla. Nel “Babbi Caffè”, con cui dovrà convivere a pochi metri di distanza, non vede un concorrente da temere, ma un’apprezzata realtà con cui unire le forze. «È una bella piazza, davanti alla Malatestiana – conclude il titolare della “Tazza d’oro” – e mi piace anche l’idea di poter raccontare i tesori culturali che Cesena offre».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui